KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Dedicata a Mulazzo

1 min read

Dedicata a Mulazzo
(paesino in provincia di Massa Carrara)

Sospeso tra monti e cielo,

avvolto da bianche nubi,

ecco: ti appare il borgo:
solitario ed austero; s’erge

al bianco, vecchio campanile abbracciato
e alla dantesca rocca,
baluardo di un’era, testimone perenne
del supremo, immortale vate.

Palpita al roseo e chiaro
tramonto la vallata intorno
e l’accorato suon delle campane
annuncia la sospirata sera.

Da brumose e antiche case
in pietra, festosi allor
escon fanciulli e per anguste
vie e ripidi sentieri

odi l’allegro loro vociar.
Al nodoso bastone s’appoggia
un vecchio e l’incauta
gioventù saluta, mesto il capo

reclina che d’argento par
al tenue chiaror della pallida
dolce luna; ai sogni suoi
ripensa, poveri sogni spenti

quel di’ da un folle
cruento turbinio di spari
là, dove morte è
vita e vita è morte.


Così scorre il tempo,
ma non per te, piccolo,
sereno borgo che sospeso
tra i monti saluti

un’alba che sicuro rivedrai
il di’ seguente.

Mariacarla Tarantola

Altri articoli correlati

7 min read
6 min read
1 min read

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.