KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Intervista con Gianluca D’Alessio

8 min read

OCEANS OF TIME

è il nuovo cd del chitarrista Gianluca D’Alessio

Playrec, 2022

Oceans of Time / Eternal Curse / Empire of the dragon / Blood along the Danube / Song of Virgins / Endless hug

Gianluca D’Alessio inizia lo studio della chitarra a tredici anni. Dopo alcuni anni di esperienza nei locali di Roma e dintorni decide di approfondire gli studi e perfezionare il suo stile presso l’Universita’ della Musica in Roma, dove si diploma con il massimo dei voti.

Gianluca D’Alessio, attualmente chitarrista nell’Orchestra RAI, ha collaborato con: Berliner Sinfonie Orkester, Kiel Philarmonic Orchestra, Coolio, Snoop Dog, Claudio Baglioni, Nada, Arisa, Simone Cristicchi, Michele Zarrillo, Pinuccio Pirazzoli, Bruno Santori, Emanuele Friello, Michele Zarrillo, Rita Pavone, Fausto Leali, Marcella Bella, Gavin Harrison (King Crimson, Porcupine Tree), John Giblin (Simple Minds, Paul Mc Cartney), Ira Losco,  Franco Califano, Oro, Bobby Solo, Peppino Di Capri, Marco Armani, Gigliola Cinquetti, Iva Zanicchi, Formula 3, Riccardo Fogli, Ilaria Porceddu, Orchestraccia, Luisa Corna…

Parallelamente all’attività di turnista svolge attività didattica nella scuola “School of Rock” da lui fondata nel 2010 e nella scuola Percentomusica di Roma.

Durante le trasmissioni televisive accompagna artisti nazionali ed internazionali tra cui: Sting, Liza Minnelli, Mick Hucknall (Simply Red), Dionne Warwick, Tony Hadley (Spandau Ballet), Nile Rodgers & The Chic, Keith Emerson, Gino Vannelli, Al McKey (Earth, Wind & Fire), America, Gloria Gaynor, Mark King (Level 42), Frankie Goes to Hollywood, Christopher Cross, Mika, Charles Aznavour, Boy George, Michael Sembello, Nikka Costa, Al Stewart, Amii Stewart, Jose Feliciano, Toquino, John Miles, Tavares, Percy Sledge, Ben E King, Kool and the gang, K.C. & the sunshine band, Khaleb, Cock Robin, Ray Parker Jr, Gary Brooker (Procol Harum). Renato Zero, Claudio Baglioni, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Gino Paoli, Pino Daniele, Gianna Nannini, Elisa, Nek, Raf, Pooh, Ermal Meta, Raphael Gualazzi, Massimo Ranieri, Marco Masini, Francesco Renga, Cesare Cremonini, Alex Britti, Irene Grandi, Gigi D’Alessio, Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Lucio Dalla, Ron, Mario Venuti, Fabio Concato, Patti Pravo, Le Vibrazioni, Povia, Loredana Berte’, Michele Zarrillo, Matia Bazar, Enrico Ruggeri, Max Pezzali, Il Volo, Luca Barbarossa, The Giornalisti, Edoardo Bennato, Mietta, Paola e Chiara, Alexia, Giusy Ferreri, Mango, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Irama, Mahmood, Boomdabash, J-Ax, Achille Lauro, Ghali, Karima, Annalisa Scarrone, The Kolors, Anna Tatangelo, Francesco Gabbani, Takagi e Ketra, Gue Pequeno, Ultimo, Marco Mengoni, Tiromancino, Alessio Bernabei, Dolcenera, Umberto Tozzi, Nina Zilli, Benji e Fede, Luca Di Risio e tantissimi altri.

TRASMISSIONI RADIOFONICHE

Meno male che c’e’ Radio 2 (2011) Prima e Seconda Edizione Condotta da Simone Cristicchi e Nino Frassica Durante la trasmissione suona con: Claudio Baglioni, Max Gazze’, Mario Venuti, Renzo Arbore, Simone Cristicchi, Michele Zarrillo, Tiromancino, Massimo Ranieri, Noemi, Teresa De Sio, Audio2, Frankie Hi Energie, Simona Molinari e molti altri.

TOUR

2019 Radio Italia Live

2018 Orchestraccia

2017 Orchestraccia

2016 Orchestraccia

2010 Arisa

2009 Marco Armani

2006 Appassionante e Nada

2005 Oro

2004 Nada

2003 Nada

2002 Nada

2001 Nada

MUSICAL

“Il Marchese del Grillo” con Enrico Montesano (2015) Musiche di Emanuele Friello “Cetra una volta” con Stefano Fresi (2022) Musiche del Quartetto Cetra

COLONNE SONORE

Nati due volte (2019) Musica di Pinuccio Pirazzoli

Dada’s Dance (2009) Musica di Andrea Guerra

Go Go Tales (2008) Musica di Francis Kuipers

Il Libro della Giungla 2 (2003) Walt Disney

METODI E DVD DIDATTICI

Power and Beyond (2021)

Sinfonica Sex Drums & Rock’n’Roll (2007)

Carish Sex Bass & Rock’n’Roll (2007)

Carish Ufip 75th Anniversary (2006)

Tempi Moderni (2005)

Drummers United Scuola di Batteria 2 (2003) Bmg-Ricord

Precedenti interviste:

https://www.gianlucadalessio.com/index.html

http://kultunderground.org/art/39704/

http://kultunderground.org/art/18696/

Intervista

Davide

Ciao Gianluca. “Oceans of Time” segue “Sunrise markets” del 2018 e un cd con libro e metodo “Power and Beyond – Il Power Trio e le sue applicazioni” con Fabio Crespiatico e Luca Fareri del 2021. Corretto? O ci sono stati altri lavori?

Gianluca

Ciao Davide, è corretto. In realtà ho lavorato ad altre produzioni discografiche ma come session man e/o produttore, ma dopo il disco del 2018 e il metodo questo è il mio nuovo lavoro solista.

Davide

Quando e come nascono le sei tracce di “Oceans of Time”, intorno a quali idee, suggestioni o visioni? Come si pone in successione e continuità o meno rispetto a “Sunrise Markets”?

Gianluca

“Oceans of Time” è un album scritto in modo diverso dagli altri. Le sei composizioni sono concatenate l’una con l’altra, proprio nel tipico stile del Concept-album. L’unico brano cantato descrive con il testo l’atmosfera e il significato dell’intero lavoro discografico che è concepito come se fosse una colonna sonora di un film o di un Musical. Rispetto a “Sunrise Markets” i brani sono più orchestrati e meno “chitarristici” anche se ovviamente la chitarra è sempre protagonista.

Davide

Guardando la copertina e scorrendo i titoli, c’è qualcosa che lega “Oceans of time” al mondo dei vampiri e al Dracula di Bram Stoker?

Gianluca

L’intero disco è ispirato proprio al Dracula di Bram Stoker, e cerca di descrivere la storia d’amore che c’è tra i due protagonisti che in realtà non possono amarsi. Il titolo infatti è preso da una frase del film di Coppola: “Ho attraversato gli oceani del tempo per trovarti”. Atmosfere gotiche e sonorità dark-metal sono protagoniste ma non mancano momenti più romantici enfatizzati da momenti lirici affidati a strumenti come violino e flicorno.

Davide

Ogni nuovo lavoro implica anche una progettualità e, in quanto progetto, cosa hai proiettato avanti per futuro e cosa ti sei lasciato dietro con “Oceans of Time”?

Gianluca

Si, in questo lavoro ho cercato di non inserire molti “assoli” di chitarra ma di lavorare sulle orchestrazioni delle melodie, quindi un progetto diverso dagli altri, anche le strutture sono molto diverse, proprio per cercare di concatenare al meglio i sei brani. Per me è stata una nuova sfida che credo sia riuscita bene.

Davide

Perché solo sei tracce per venti minuti circa soltanto di musica?

Gianluca

In realtà i pezzi sono sei ma è come se fosse un’unica traccia che cambia atmosfera. La durata dell’intero disco è breve perché è stato concepito come un EP, ma credo siano venti minuti molto intensi!

Davide

Sostanzialmente sei autore di brani strumentali, ma non esclusivamente. Cinque brani di “Oceans of Time” sono strumentali e uno è cantato da Roberto Tiranti (“Eternal Curse”). Come ti fa decidere di fare un brano strumentale o viceversa cantato?

Gianluca

Non è mai facile decidere quale composizione dovrà essere cantata, spesso non è neanche facile dare i titoli ai brani strumentali. In questo caso ho scelto “Eternal Curse” perché secondo me era il più adatto ad avere un testo scritto poi da Roberto Tiranti che lo ha anche cantato.

Davide

Ci presenti gli altri musicisti che hanno collaborato con te in questo lavoro?

Gianluca

Come ti dicevo Roberto Tiranti, vocalist dei Labyrinth e dei New Trolls, è il cantante del brano “Eternal Curse”. Fabio Fraschini ha suonato il basso su due tracce e ha prodotto insieme al sottoscritto l’intero lavoro, poi ci sono i miei compagni del “Power Trio” Fabio Crespiatico al basso e Luca Fareri alla batteria su vari brani, il violino è suonato dal grande Leonardo Spinedi mentre i Brass sono stati registrati da Franco Marinacci e Giancarlo Ciminelli. Le tastiere sono invece suonate dal mio compagno di Cantina Band Massimo Idà e da Mimmo Sessa compagno di tante trasmissioni televisive e non solo. Ultimo ma non ultimo, l’unico musicista che ha suonato su tutti i miei lavori da solista Emanuele Carradori alla batteria con il quale sono legato da tantissimi anni.

La masterizzazione è stata fatta da Luca Fareri.

Davide

Gibson, Lakland, Roto Sound e Bacci sono quattro loghi che appaiono nell’interno della copertina. E si tratta anche dei marchi della strumentazione da voi usata e di cui credo a questo punto siate endorser? Esempi di famosi chitarristi endorser sono stati o sono George Benson e Steve Vai per la Ibanez, John Petrucci per la Music Man, Mark Tremonti e Carlos Santana per la Paul Reed Smith, Yngwie Malmsteen per la Fender e via dicendo. Cosa in particolare vi ha fatto scegliere queste aziende di strumenti musicali e non altre?

Gianluca

Da ben 12 anni sono Endorser di chitarre Gibson che in questo disco sono state fondamentali sopratutto per registrare tutti i Riff e tutte le parti più significative dei brani. Gli altri marchi che hai citato sono stati utilizzati dai due bassisti del disco.

Davide

Ho letto il tuo curriculum professionale (che ho qui riportato in parte) ed è davvero notevole. Tra tanti musicisti e cantanti per i quali e con i quali hai suonato, quali sono stati per te quelli di maggiore coinvolgimento?

Gianluca

Sicuramente gli artisti più importanti, sopratutto quelli che hanno ispirato la scrittura della mia musica, chi un po’ la conosce capirà subito di chi parlo.

Davide

Con chi prima o poi ti piacerebbe suonare più di ogni altro? Se tu un giorno potessi decidere di mettere insieme la band dei tuoi sogni per farvi un disco, con il meglio del meglio dal tuo punto di vista, chi sceglieresti oltre ai musicisti con cui già abitualmente collabori?

Gianluca

Sono molto soddisfatto dei musicisti con cui collaboro abitualmente. Su Sunrise Markets ci sono anche musicisti internazionali come Gavin Harrison e John Giblin che con il loro talento hanno impreziosito i brani dove hanno suonato. Su questo ultimo disco ho scelto di far suonare tutti musicisti italiani con i quali collaboro abitualmente che a loro volta hanno dato il loro supporto per rendere tutto così speciale… almeno per me.

Davide

Continua la tua attività didattica? Stai lavorando a qualcosa di nuovo anche in questa direzione? Cosa seguirà?

Gianluca

L’attività didattica è sempre presente nella mia vita da musicista anche perché mi piace molto insegnare e confrontarmi con chi ho davanti. Adesso cercherò di concentrarmi sui live che spero arriveranno in modo massiccio e magari iniziare a scrivere qualcosa aper il futuro.

Davide

Grazie e à suivre…

 

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.