:: Home » Numeri » #152 » LETTERATURA » Ali Di Babbo - Milena Agus
2008
25
Mar

Ali Di Babbo - Milena Agus

media 2.96 dopo 995 voti
Commenti () - Page hits: 9300


Nottetempo Editore

 
"Vivere bene e vivere felici sono due cose diverse. E la seconda, senza qualche magia, non mi capiterà di certo". E' una frase di Mozart che la scrittrice sarda ha scelto come esergo per questo  nuovo libro e che ne riassume il contenuto. In una zona della Sardegna, vive Madame che, pur essendo povera, si ostina a non vendere il proprio terreno a degli speculatori  che intendono realizzare un villaggio turistico, costringendo, di fatto,  i vicini di casa a fare altrettanto, bloccando il loro tentativo di vendere e di diventare ricchi. A narrare la vicenda è una ragazza quattordicenne, figlia di un uomo che è scappato via da casa dopo aver dilapidato una fortuna al gioco, con un nonno  amico di Madame,  "l'unico uomo possibile del futuro", con una madre costantemente  a letto per i dolori, ma in realtà si tratta di una malattia psicosomatica,  con una zia che gira il mondo tenendo conferenze su Leibniz, ma che non riesce a trovare un posto di lavoro stabile. La scrittrice inserisce, nel contesto della trama narrativa, i numerosi vicini di casa che hanno un nipote trombettista jazz che suona a Parigi. Al centro dell'impianto narrativo vi è Madame che studia il francese perché ,forse, un giorno andrà in Francia. Una donna anticonformista, atipica, passionale, generosa,  che non è amata, né apprezzata, considerata "strana", che ha due amanti dai quali non riceve amore, ma solo sesso, così come fa  sesso  con il "ferito", l'ospite della sua casa-albergo che, dopo essere guarito, abbandona la donna e la Sardegna. Sesso visto come forma di liberazione, come tentativo di combattere la solitudine e le scene degli incontri con gli amanti  descritte dalla scrittrice sono molto poetiche ed intense. Tutto resta immutato ? no è la risposta della Agus che riserva, ai diversi personaggi del suo libro, un destino diverso da come lo avevamo immaginato. Ogni personaggio cambierà  a sottolineare l'evoluzione delle idee, i mutamenti  degli essere umani. A Madame e agli altri personaggi, la scrittrice riserva un futuro diverso dall'esistenza che hanno vissuto,  totalmente nuovo, a testimonianza dell'idea della Agus che, nella vita, non vi sono delle certezze assolute e che le nostre esistenze possono subire improvvise svolte. Trama narrativa ben caratterizzata, personaggi consistenti, dialoghi alternati efficacemente a descrizioni del paesaggio sardo, sono le caratteristiche di questo romanzo, ma leggendo "Ali di babbo" quello che colpisce è la scrittura. Sospesa fra realtà e magia, chiara, semplice, lineare, priva di ricercatezze linguistiche, incanta il lettore perché si differenzia dai registri linguistici in voga nei giorni nostri. Una scrittura originale che riesce a descrivere,in maniera efficace, fatti e situazioni che affascinano il lettore: basti pensare alla scena che dà il titolo al volume, una delle pagine più belle di questo piccolo, grande romanzo.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 131 millisecondi