KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Intervista con Thunder Rising

7 min read

Music For The Masses è orgogliosa di annunciare l’accordo con RTI Mediaset per la pubblicazione su CD del nuovo album ‘Back To The Time Of Rock’ dei THUNDER RISING, band del noto chitarrista Frank Caruso in uscita il 04 marzo 2022.

Nata dalla mente del chitarrista nostrano Frank Caruso, noto per i suoi numerosi progetti tra cui Firehouse, Arachnes e Vivaldi Metal Project su tutti, la super band dei Thunder Rising torna sul mercato discografico con un album nuovo di zecca intitolato ‘Back To The Time of Rock’, nuovo lavoro in studio per la Band.

Un sound roccioso, melodico, iper tecnico e di squisito hard rock, sono questi i Thunder Rising che dall’esordio del 2013 (feat. Mark Boals) in poi, hanno sempre portato avanti una propria dimensione musicale evolvendola passo dopo passo.

‘Back To The Time Of Rock’, in uscita il prossimo 4 marzo  sarà il primo pubblicato da Music For The Masses. 12 brani di musica straordinaria, un vero e proprio viaggio nel tempo , alla riscoperta di sonorità provenienti dal passato rilette in chiave moderna, capaci di ammaliare e colpire qualsiasi ascoltatore.

Inoltre , da segnalare la bonus track ‘Stairs To The Top‘ presente solo sull’edizione in CD dell’album e non presente sugli stores Digitali.

La Band è attualmente impegnata nella realizzazione del videoclip del primo singolo ‘Fate Train’.

01. Fate Train
02. Black Tiger
03. Scratches On The Hood
04. I’m Still Alive
05. Timeless Blues
06. Rock From The Sky
07. Don’t Be Shy
08. Nameless
09. Escape From You (Extended Version)
10. Labyrinth Of Spectres
11. Nameless (Second Movement)
12. Stairs To The Top (Only for CD Bonus Track)

Line-up:

ALESSIO SPINI – voce
FRANK CARUSO – chitarre
ENZO  CARUSO – tastiere, cori
GABRIELE BARONI – basso
CORRADO CICERI – batteria

Intervista

Davide

Ciao Frank. Come e quando nasce questo vostro lavoro, che ripercorre sonorità, timbriche e stilemi dell’hard rock o del metal anni ’70 e ’80?

Frank

Ciao a tutti e grazie delle vostre domande! Nasce dalla mia festa di compleanno… Avevo affittato un locale dove invitai a suonare amici, e sul palco misi tutti gli strumenti. Chi voleva poteva salire a suonare; ovviamente erano invitati tanti musicisti compresa la mia band e tutto lo staff di produzione di RTI/Mediaset. Dopo una serie di jam saliamo sul palco noi e senza nessuna prova, come al solito, iniziammo a suonare i Deep Purple… Pubblico in fiamme! Faccio un giro dei tavoli e il tavolo dello staff mi dice: Frank siediti: devi fare una produzione tua con questo genere. Pensavo scherzassero… dopo pochi mesi mi chiamarono per scrivere dei brani per la fiction Made in Italy, in stile ‘60 con Hammond ecc.., e i brani furono presi al volo! Lì capii che non scherzavano e mi misi a lavorare… avevano ragione… era il nostro backgorund musicale e senza rendermi conto noi quella musica la respiriamo anche se suoniamo l‘inno di itlalia!

Davide

Che tipo di strumentazione avete usato, sia musicale sia come apparecchiature, amplificatori, mixer ecc. Quanta importanza ha avuto la scelta di ricorrere anche all’analogico?

Frank

La ricerca del sound è stata una fase essenziale, iniziata ancor prima di scrivere i brani, Ho prima voluto studiare il sound, ottenuto con veri strumenti d’epoca: chitarre del ’71, amplificatori degli anni ’80 e compressori vintage a valvole, affiancati da strumenti ed equipment di ultima generazione. Volevamo un “new Vintage”, ovvero portare quel mood e quel sound ai tempi di oggi e ci siamo riusciti grazie all’affiancamento di tecnologie diverse. Ho usato una Fender del 71 ma anche una Ibanez AZ del 2021! Così come ho utilizzato dei Marshall ma anche IK Amplitube e così via…. Per i compressori delle voci invece abbiamo optato per la vecchia scuola, il tutto poi rivisto con un mastering di ultima generazione e di altissimo livello tecnologico

Davide

“Thunder Rising” è un omaggio alla canzone di Gary Moore (ma a me ha fatto ricordare anche uno dei migliori dischi metal di sempre, “Rising” dei Raimbow)? Perché vi chiamate appunto “Thunder Rising”?

Frank

Hai colto, “Rising” per me è Gary Moore ma anche Rainbow e anche Malmsteen, quindi 3 generazioni musicali, c’è tutto ciò che ho visssuto.

Davide

“Pensate di me quello che volete, che sono fermo all’età della pietra o che sono fuori moda, ma la musica di oggi non ha la stessa anima del caro vecchio buon rock and roll di un tempo” affermò Pete Seger. “Back to the time of rock”… Un titolo che fa pensare. È dunque passato il tempo del rock? Il rock non è più o cosa non è più oggi?

Frank

Credo sia più complesso… Cerco si semplificare il ragionamento… credo che quello che oggi banalmente viene chiamato Rock non lo sia in realtà, e questo è un fatto. Oggi si etichetta come rock tutto ciò che ha una chitarra distorta, ERROR ERROR ERROR!!!!!! Rock è un modo di essere, di vivere. Rock non è essere vincenti, ma avere la forza di reagire, ANCHE QUANDO NON SEI IL PIÙ FORTE. Rock non è manistreen, è undergound. Rock non è la musica del potere e del regime o di Sanremo, è “l’altra voce”.

Noi vogliamo tornare a pensare così, o meglio, invitiamo chi già non lo abbia fatto, a farlo… in un mondo più sincero se possibile.

Davide

La scienza ci dice che la macchina del tempo un giorno potrà esistere. Anzi, esiste già, ma attualmente solo per esperimenti subatomici e metterci un umano potrebbe essere per ora un problema. Verso quali periodi, luoghi e con quali gruppi o musicisti del passato vorreste viaggiare disponendo di una macchina del tempo? Quali quelli ai quali vi siete ispirati nella “macchina del tempo” di “Back to the Time of Rock”?

Frank

Beh per Back to the time of rock tornerei sicuramente al ’72 a vedere dal vivo Made in japan dei Deep! Il resto l’ho visto davvero quindi non mi serve ☺ Quando dico che noi siamo una “Real Vintage Band” intendo proprio questo… Diciamo che non mi dispiacerebbe rivivere il fermento musicale di fine ‘700 da cui tutto ebbe inizio….

Davide

Cosa affrontano i testi? Sono stati pensati e scritti come se anch’essi, come la musica, fossero stati scritti in un’altra epoca, quella però “senza tempo” del tempo del rock? O vi sono anche temi più legati al tempo presente, soprattutto a questi ultimi difficili anni?

Frank

No, la nostra è una scelta precisa da tempo e per tutti i progetti musicali che nel corso della mia carriera ho sviluppato. Nessun testo politico o di tendenza, ma non per non esporsi, semplicemente perché in un mondo moderno e trasversale schierarsi oggi può essere prematuro per le scelte future … Certo i nostri testi parlano “anche” di attualità, ma come proiezione da una visione interiore. È il vissuto a parlare nei nostri testi; amore, sofferenza, gioia, visioni. La vita quotidiana, trasfigurata dalla poesia che può e deve diventare anche una vision di ciò che ci circonda, ma senza mai cadere nel giudizio o nel manifesto di una idea.

Davide

Nel disco sono presenti anche due brani strumentali, ossia “Nameless”, diviso in due movimenti. Soprattutto il secondo movimento richiama anche un rock più soft e più vicino al progressive inglese di formazioni come gli Argent, o adult oriented, Styx, Foreigner (questi ultimi ango-americani) ecc. In generale, però, si colgono soprattutto riferimenti alla scena rock, metal e adult oriented rock statunitense, più che inglese. C’è stata una scelta geografica e quindi culturale precisa in questo?

Frank

Attenta analisi che forse va anche oltre e in senso introspettivo nell’istinto musicale che ci ha condotto alla composizione. Personalmente sentivo la necessità di una citazione progressive, perché nel decennio ’70 ’80 è stato un altro filone rock fondamentale, e sono partito da una idea più vicina ai Genesis e agli Yes. Probabilmente scrivendo e grazie al mio “substrato” di stampo americano che mi pervade da sempre, qualche sfumatura ha avuto la meglio, o la peggio chissà ahahahah!

Davide

È previsto un tour? Cosa è stato per voi (e non solo per voi) non poter suonare dal vivo per un così lungo tempo? Cosa vi è mancato di più?

Frank

Al momento è purtroppo difficile prevedere dei tour anche se noi siamo pronti!!!!!

Ci è mancato il live ma soprattutto la socialità che ne consegue, il prima e il dopo, e lo stesso stare insieme della band, che da poco ha ripreso a frequentarsi per fortuna!!!

Davide

Coordinate varie per approfondire, ascoltare e vedere? Siti, links, piattaforme di streaming musicale, video ecc.

Frank

Potete seguirci sul nostro official web https://www.thunder-rising.com/

E sul nostro canale fb https://www.facebook.com/thunderrising

Official video: https://fb.watch/bDsGAikFHv/

Dove trovate tutte le info, anteprime audio e soprattutto i video ufficiali. In uscita nelle prossime settimane il nuovo video che stiamo realizzando proprioin questi giorni!

Grazie a tutti del vostro tempo e spazio, del vostro supporto, STAY ROCK!

Davide

Grazie e à suivre…

Altri articoli correlati

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.