:: Home » Numeri » #201 » MUSICA » Intervista con Lady And The Bass
2012
9
Apr

Intervista con Lady And The Bass

media 5 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 4800
Descrizione: Lady_and_the_BASS_groovy
 
La vocalist Irene Ermolli e il bassista Alberto Rigoni tra pop, funk ed elettronica: dopo il successo del singolo 'Quirky Girl' l'effervescente duo pubblica il nuovo album in free download e il nuovo video ufficiale
Groovy: l'eccitante album di Lady & THE BASS
 
Lady & THE BASS
sono lieti di presentare:
GROOVY

Descrizione: header
 
Funk, pop, acid jazz, soul ed elettronica: il frizzante melange dei sette irresistibili brani che compongono Groovy, il nuovo album di Lady & THE BASS. La "Lady" in questione è Irene Ermolli, il "bass" Alberto Rigoni, noto per le sue numerose attività tra progressive, metal e fusion (es TwinSpirits): la vocalist e il bassista si lanciano in una nuova avventura con un'altra identità, esplorando a fondo una formula pop inedita e accattivante. Nata in occasione di BASSex - brano di punta del debutto solista di Alberto Something Different (2008) - e consacrata con il successo del singolo Quirky Girl (2010), la coppia arriva al long playing carica e piena di energia.
 
"Gran parte dei brani di Groovy sono nati proprio dai miei riff di basso - dichiara THE BASS - ma il mio obiettivo era quello di fare dei pezzi orecchiabili e coinvolgenti e quindi non ho certo tralasciato anche gli altri strumenti. La peculiarità del progetto risiede nel fatto che c'è molta melodia data non solo dalla voce di Irene ma anche dal basso che con il suo groove ti fa muovere!". Contribuisce alla riuscita di Groovy, che non trascura orizzonti sperimentali, anche lo special guest Federico Solazzo: affermato tastierista di estrazione funk-soul, collaboratore di Alexia e numerosi altri musicisti, ha curato anche la produzione artistica.
 
Lady & THE BASS hanno deciso di regalare Groovy puntando sul free download: il disco infatti sarà scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale www.ladyandthebass.com. Per l'occasione Irene e Alberto hanno pubblicato anche il videoclip di Eclectic, diretto da Elisa Fabris e perfettamente in linea con lo spirito brioso della coppia; il video è visibile qui: http://www.youtube.com/watch?v=bD6INdWOkoUGroovy è un lavoro godibile e diretto, realizzato con professionalità da un duo preparato e aperto allo scambio tra disparate influenze. Con quest'opera Lady & THE BASS si confermano una coppia originale e coinvolgente, tra le più interessanti che il panorama italiano abbia rivelato negli ultimi tempi.

Tracklist:
01 Eclectic
02 Soaring
03 A New Life
04 BASSex v2
05 Let Me Try
06 Paradise
07 Slave

Info:
 
Lady & THE BASS:
http://www.ladyandthebass.com

Eclectic - Il videoclip:
http://www.youtube.com/watch?v=bD6INdWOkoU
 
Ufficio Stampa Synpress44:
http://www.synpress44.com
 
Descrizione: Alberto-Rigoni-landy-and-the-bass
 
Intervista
Davide
Quando e come si incontrano artisticamente Lady and The Bass?
 
Lady and The Bass
Nel 2004 sono entrato a far parte della band progressive rock "TwinSpirits". Irene, sorella del chitarrista Tommy Ermolli, partecipava alle prove della band come cantante nell'attesa di trovare una voce definitiva (cercavamo una voce maschile). Nel 2005 ho iniziato a comporre il mio primo disco da solista, album molto particolare caratterizzato da generi musicali vari (pop funky rock fusion). In particolare avevo scritto un brano denominato "BASSex" (potete vedere il video qui: http://www.youtube.com/watch?v=b-0P4eKBAHs PS la ragazza che vedrete comparire non è Irene ma una ballerina ingaggiata appositamente per il video) e le ho chiesto di cantarlo. Ho sentito subito un gran feeling musicale tra di noi e così qualche anno dopo abbiamo deciso di intraprendere assieme l'avventura di "Lady & THE BASS".
 
Davide
Vorrei sapere da Alberto qualcosa di più di Irene, della sua formazione e delle sue qualità (notevoli) di cantante.
 
Lady and The bass
Irene ha un background musicale soul e afro-americano. I suoi cantanti di riferimento sono sicuramente Aretha Franklin, Mahalia Jackson, Norah Jones, ma anche cantanti jazz come Eva Cassidy, Kurt Elling...
Quanto agli studi musicali, Irene è al sesto anno di pianoforte e all'ultimo anno di diploma di primo livello in didattica della musica con specializzazione in metodologie per la disabilità.
Per quanto riguarda le sue qualità di cantante.. beh che dire.. ascoltate i nostri brani! A voi il giudizio :)
 
Davide
E qualcosa di più di Alberto da Irene… Oltre al fatto, va da sé, che è un bravissimo bassista.
 
Lady and the Bass
Al di la delle sue capacità come bassista, collaborando con lui in questo progetto ho scoperto anche questo suo talento nel comporre brani di genere ben diverso da quello che generalmente suona. Ha poi curato tutta l'immagine del progetto, la produzione artistica dell'album nonchè le attività di marketing e comunicazione. Ha un sacco di idee e non perde mai di vista gli obiettivi! Ed è pure avvocato!
 
Davide (ad Alberto)
Il funk è la musica ideale, se esiste una musica ideale, per il basso elettrico? Perché hai scelto di suonare un basso a sei corde?
 
Lady and the Bass
Indubbiamente il funk è un genere che dà molto spazio al basso, ma non dimentichiamo che sostanzialmente qualsiasi genere musicale ha bisogno del basso! Ho iniziato a suonare il basso perchè volevo fare cover dei Dream Theater e il loro bassista usava un 6 corde. Non c'era molta scelta :) Nel tempo poi ho scoperto quante cose in più mi permette di fare… Ultimamente devo dire però che sto suonando più il 5 corde che il 6... sarà pigrizia? :)
 
Davide (A Irene)
Ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa (Vitaliano Brancati). Cosa ha reso e rende così melodiosa la tua voce e cosa provi nel canto?
 
Lady and the Bass
Sicuramente la vocalità di una persona ha in sé una componente legata a fattori naturali e fisiologici che conferisce alla voce un certo timbro che può a sua volta renderla più o meno melodiosa, interessante ed emozionante... Più importante è però il lavoro di studio e allenamento che si fa su tale vocalità in termini di tecnica ed interpretazione, lavoro che spesso può durare diversi anni.
C'è poi il coinvolgimento emotivo che il cantante ha quando canta e per quanto mi riguarda è l'aspetto più importante. Cantare è forse la cosa che più amo al mondo che mi consente di comunicare alle persone che mi ascoltano in maniera assolutamente sincera, con  trasporto ed emozione. Mentre canto mi abbondono totalmente al piacere che tale espressione artistica riesce a darmi lasciando che il suono, che è parte integrante del corpo, possa uscire ed esprimersi. 
 
Davide
Cos’è per voi importante e cosa cercate nelle parole di una canzone?
 
Lady and the Bass
Senz'altro il testo di una canzone deve avere un significato e delle volte esso può anche essere interpretato in maniera diversa dall'ascoltatore rispetto a quello che voleva trasmettere l'artista. Ma da un altro punto di vista per me è molto importante che le parole abbiano una forte musicalità. Un testo, anche profondo e pieno di significati ma composto di parole poco musicali non credo possa essere vincente.
 
Davide
Perché avete scelto di destinare il vostro album al download gratuito?
 
Lady and The Bass
Vendere la propria musica oggi è veramente difficile e purtroppo anche regalarla non è cosa facile. Il mercato è saturo. Emergere è difficilissimo. Non ci interessa vendere, vogliamo solo che le persone ascoltino la nostra musica.
 
Davide
La danza è la madre di tutte le arti, come scrisse Curt Sachs? Perché la musica, oltre a smuovere emozioni, deve farci muovere?
 
Lady and The Bass
Credo sia qualcosa di magico.. inspiegabile però! :)
 
Davide
Groovy è un disco di grandi potenzialità di affermazione sul mercato anche  internazionale. Il video di Eclectic mi ha fatto venire in mente una frase di Seneca: non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. Che per voi può per me diventare: non esiste vento sfavorevole per il marinaio che sa dove andare. Quali sono i vostri obiettivi?
 
Lady and the Bass
La risposta sarà molto più sintetica della domanda :) Vogliamo continuare a scrivere musica per quanto possibile bella e originale.
 
Davide
Si dice che il primo musicista a utilizzare l’aggettivo “funky” fu Earl Palmer. Il termine funk, nel gergo afroamericano, indica un odore forte e acre, dando una connotazione rozza e ruvida al genere musicale. Oggi il funk come il vostro è tutt’altro che rozzo e ruvido, ma una musica particolarmente raffinata, elegante. Cosa indica e significa funk per voi?
 
Lady and the Bass
Non saprei darti una definizione precisa, quello che posso dire è che senz'altro il nostro genere è influenzato da moltissimi generi, tra cui anche il funk appunto, forse più elaborato ed evoluto.
 
Davide
Il bravo ed eclettico Federico Solazzo ha suonato le tastiere e curato la produzione artistica di Groovy. Com’è nata questa collaborazione e come ne tratteggereste il contributo.
 
Lady and the Bass
Avevo visto Federico in azione più volte  e la sua bravura mi ha sempre colpito. Qualche anno fa gli ho chiesto di collaborare sul brano "Let Me Try" e il risultato è stato sorprendente. Così ho deciso di coinvolgerlo anche in tutta la produzione artistica dell'album. Scelta più che azzeccata, che dite? :)
 
Davide
A seguire?
 
Lady and The Bass
Irene  Roberto Salied io siamo molto impegnati in questo momento, sicuramente promuoveremo la nostra musica con qualche esibizione ma per il momento ci prendiamo un piccolo break per quanto riguarda la composizione di nuovi brani.
 
Davide
Grazie e à suivre…
 
Lady and the Bass
Grazie a te per questa bella intervista! Keep on groovin'!!!
 
 
Video – Quirky girl (Lady and the Bass)

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 207 millisecondi