:: Home » Numeri » #123 » CINEMA » Kevin Smith
2005
25
Ott

Kevin Smith

Commenti () - Page hits: 4450

Kevin Smith

Kevin Smith è sicuramente uno dei registi più particolari e poliedrici di Hollywood.
Nato a Red Bank in New Jersey il 2 agosto 1970, Smith frequenta la Scuola per la Ricerca Sociale sulla Scrittura Creativa ma i genitori decidono di ritirarlo dopo essere stati informati di alcuni atti di teppismo commessi dal piccolo Kevin. Si iscrive allora alla Vancouver Film School, che lascia dopo pochi mesi. Fa quindi ritorno al suo paese natale dove lavora come commesso in un negozio di articoli a basso costo.
E' da sempre un grande appassionato di fumetti e di cinema.
Queste due manie per Smith sono legate intimamente, fin dal suo esordio: il budget per girare Clerks è quanto Kevin ricava vendendo la sua collezione di fumetti, circa 27.000 dollari.
Con quei soldi fonda insieme all'ex compagno della Vancouver Film School, Scott Mosier, la casa di produzione View Askew. In 3 settimane il film è pronto. Il set utilizzato è lo stesso negozio in cui Kevin lavora di giorno, le scene sono girate nell'orario di chiusura del negozio e il cast è formato in gran parte da dilettanti.
Presentato al Sundance Film Festival, Clerks è un successo insperato in primis da Kevin.
L'anno successivo Smith gira Mallrats (o Generazione X), prequel di Clerks sottotono rispetto al film precedente. Smith si scusa pubblicamente con i fans per il parziale fiasco di questo lavoro, e completa l'anno successivo la cosiddetta "Trilogia del New Jersey" con "In cerca di Amy".
Questo va decisamente meglio del precedente e, al contrario di Clerks, riceve consensi anche da parte della critica.
Intanto si vanno a delineare in maniera sempre più marcata alcuni capisaldi dei film di Smith: la presenza di citazioni di altri film o di fumetti, i personaggi di Jay e Silent Bob ( interpretato dallo stesso Smith) e il luogo in cui i film vengono girati – il paese di cui è originario il regista- accomunano i primi tre lavori in maniera decisamente marcata. Inoltre si cominciano a vedere alcuni attori e attrici feticcio di Smith: Ben Affleck, Jason Mewes, Matt Damon i più importanti.
Il 1999 è l'anno del dissacrante Dogma, film che esce da alcune tematiche dei precedenti lavori di Smith ma che conserva ancora la presenza del duo Jay e Silent Bob. Il cast del film è eccezionale e, oltre agli aficionados riportati qualche riga sopra, comprende Alanis Morrisette, Salma Hayek, Linda Fiorentino. Si tratta di una visionaria e demenziale storia di come due angeli caduti tentano di tornare in Paradiso utilizzando la moda dei santoni televisivi tipica degli Stati Uniti... Il film divide la critica e strappa tantissime risate.
Nel 2000 Clerks diventa un cartone animato e Kevin Smith – Silent Bob compare in un cameo in Screma 3.
Quindi, nel 2001, esce "Jay & Silent Bob: fermate Hollywood", sorta di epilogo della trilogia del New Jersey in cui i 2 sgangherati personaggi dovranno arrivare alla Mecca del cinema per fermare un film che li vuole come protagonisti.
Il film è infarcito di doppi sensi e battute a sfondo sessuale, è volgare e demenziale. Questo porta la critica a condannarlo e il pubblico a osannarlo…
Lascia basiti la qualità del cast che Smith è riuscito ad avere per questo film decisamente "inusuale": Mark Hamill, Carrie Fisher, i soliti Affleck & Damon, Mewes, Shannon Elisabeth, Wes Crafen, Gus Van Sant, Jason Biggs…
Nel 2002 collabora alla creazione di Daredevil, quindi nel 2003 è tra gli autori di Scary Movie 3.
Jersey Girl, il suo ultimo film, esce nel 2004 con il solito cast stellare  - che conta Liv Tyler e Jennifer Lopez, oltre al solito Affleck, a Biggs e a George Carlin -  e il solito ritorno al New Jersey.
Il film è una commedia romantica che poco ha da vedere con i precedenti film di Kevin e racconta della vita di un uomo di successo che perde tutto per ritrovarlo in una ragazza di uno sperduto paese del New Jersey. Come al solito il film divide pubblico e critica, ma è comunque successo.
Nel frattempo Smith si è sposato ed è diventato padre.
E ha coronato l'altro suo grande sogno: scrivere fumetti.
Ha firmato per la DC Comics una serie di Green Arrow, per la Marvel una miniserie di Daredevil (con prefazione di Ben Affleck).
Ora è uno degli scrittori di punta dell'Uomo Ragno e possiede un negozio di fumetti nella sua città natale chiamato "'Jay & Silent Bob's Secret Stash'".

Simone Bonetti

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simone Bonetti
Nato nel lontano 5 maggio 1977, il prode Bonetti si destreggia tra le campagne di Spilamberto e le incursioni nella ''metropoli'' Modena. Si crea una cultura fumettistica già da bambino, quando legge quintali e quintali di Topolino ereditati dai genitori. Percorso che si evolve fino a portarlo a leggere Garth Ennis colo suo ''Punitore''. Appassionato di libri di ogni genere, si fa portabandiera del genere fantasy soprattutto dopo l'inizio della sua ormai quindicinale esperienza di giocatore diruolo, con la mitica edizione di ''Dungeons & Dragons'' della Editrice Giochi.

La sua vita ha sempre avuto una colonna sonora, se il primo walkman si distrusse passando pezzi di Battiato, il secondo andò in frantumi con AC DC e Iron Maiden . Ha cercato di avere una cultura musicale discretamente vasta e variegata, grazie soprattutto alla sua insaziabile curiosità, ad alcuni amici (Grazie Cesare! Grazie Stefano!) ed all'interesse per le manifestazioni che chiamano in causa gruppi locali. Recentemente ha partecipato all'iniziativa ''Fresh'' dell'Unione Terre di Castelli. Di professione è un chimico tecnico dell'ambiente e della sicurezza che lavora in ceramica. Grande appassionato di basket ed hockey.

 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 170 millisecondi