KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Ricordi

1 min read

RICORDI

Volavano libere le farfalle nel cielo; come erano belle su quell’immenso mare verde colmo di fiori ridenti al sole.
Amavo rincorrerle, ma correvo senza mai raggiungerle e cadevo.
Quante lacrime ho versato sulle spalle materne e quante parole illusorie ho ricevuto. Me ne sono accorta appena sono cresciuta, e quante farfalle c’erano nella vita che erano ancora più irraggiungibili ed io correvo sempre più piano.
Le mie stanche ossa si sono lese e il mio cuore non aspetta altro che fermarsi per guarire dalle profonde ferite ancora aperte e più che mai vive.
Questa tremenda agonia che lacera ogni parte di me, sta per finire ed io cado invano nei ricordi di un amore finito, lasciandomi trascinare dalle emozioni e scordandomi l’appuntamento che da tanto attendevo.
Volavano libere le farfalle nel cielo, come erano belle su quell’immenso mare verde colmo di fiori ridenti al sole.
Amavo rincorrerle, ma correvo senza mai raggiungerle…
Oooohh!, cado nel profondo buio del mondo dei morti.

(TA)

Altri articoli correlati

7 min read
6 min read
1 min read

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.