:: Home » Numeri » #200 » MUSICA » Intervista con Tunatones
2012
8
Mar

Intervista con Tunatones

media 4 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 4100
 
 
L'attesissimo disco d'esordio del gruppo veneto finalmente nei negozi online ed on demand in Vinile 180 Grammi e CD. Dopo una folgorante gavetta sui palchi il travolgente trio della Prosdocimi Records pubblica l'album manifesto del Surfabilly e dell'Analog Life Style. Disponibile in download, cd e vinile 180 grammi
 
 
Prosdocimi Records
è lieta di presentare:
 
ITUNAS!
 
Il primo album dei Tunatones!
 
Prosdocimi Records
11 brani - 34 minuti
 
 
 
Martedì 7 febbraio 2012: una data attesissima, finalmente è nei negozi iTunas!, il disco d'esordio dei Tunatones. Il trio veneto da oltre un anno ha lavorato sodo dal vivo, un'inarrestabile gavetta live che ha incuriosito la stampa e deliziato il pubblico, a partire dalla storica esibizione alla Biennale di Venezia in omaggio a George Harrison e al Bangladesh. Dopo questo apprezzato lavoro on stage i "tonni" si sono chiusi in studio per partorire iTunas!, un nuovo album della scuderia Prosdocimi Records, l'etichetta che ha scoperto e lanciato Hypnoise, ExKGB e Tommi.
 
Il vocalist e contrabbassista Alessandro Arcuri, il batterista Alberto Stocco (endorser delle splendide Stocco Drums) ed il vocalist, chitarrista e produttore Mike 3rd compongono questa formazione dedita all'Analog Life Style e alla fusione di surf e rockabilly, ribattezzata dalla critica Surfabilly. Il trio è entrato carico di grinta al Prosdocimi Recording Studio dopo un fitto curriculum di concerti (ad es. alle Scimmie di Milano e in compagnia dei Di Maggio Connection) e ha registrato iTunas! Su bobine analogiche, con apparecchiature che hanno dato un inconfondibile suono anche ai dischi del "King" Elvis Presley.
 
Itunas! È dedicato alla memoria di Steve Jobs e George Harrison. In onore dell'ex Beatle i Tunatones, in occasione dell'apertura della Esposizione del Bangladesh alla Biennale d'Arte di Venezia, hanno proposto uno spumeggiante Medley Harrisoniano: con il titolo Homage to George Harrison, il medley è su iTunas! Insieme a brani irresistibili come Bam Bam, Mafia e Sti Cazzi e Oopsamba, freschissimi nel loro groove da live in studio. Itunas! è pubblicato in download digitale, in cd e anche in tiratura limitata su vinile 180 grammi. Con l'uscita di iTunas! è finalmente on line anche il nuovo sito, curato da Hanami (www.hanamiadv.it) & co. Itunas! sarà presentato dal vivo sabato 11 febbraio al Nasty Boys Saloon di Treviso, una nuova data dell'ormai inarrestabile iTunas! Tour, con il quale i tonni hanno inaugurato in grande stile il 2012. Surfabilly Power!
 
Tunatones:
Alessandro Arcuri: contrabbasso e voce
Alberto Stocco: batteria
Mike 3rd: chitarra e voce
INFO:
 
The Tunatones:
 
Prosdocimi Records:
 
Synpress44 - Ufficio Stampa:
 
 
 
Intervista
 
Davide
Cominciamo dal vostro nome… Un omaggio ai vecchi Tune Tones?
 
Tunatones
Ciao a tutti!
Il nome non ha alcun omaggio in sé, stavamo semplicemente io (Mike) ed Alberto con il nostro amico Riccardo Berlanda a cazzeggiare e riflettere sui vari nomi possibili per questa nuova creatura quando Berli se ne salta fuori con Tunatones ... e Tunatones è rimasto.
Ci è piaciuto da subito.
 
Davide
Il grande pianista Antonio Ballista, a proposito di un suo particolare programma musicale dal titolo «Lasciatemi divertire!» spiegò: C'è una tendenza, che alligna soprattutto nella falsa cultura, secondo la quale l'arte è solo quella serissima… Cos’è per voi il divertire e il divertirsi con la musica?
 
Tunatones
La musica è una forma d’arte che si esprime come le altre, come ad esempio la pittura, con vari linguaggi.
Alcuni la considerano come la più elevata perché astratta in quanto parla con i suoni che non si possono né toccare né vedere.
Per quanto ci riguarda, in qualsiasi forma essa sia, quando è spontanea e mossa dalla nostra energia interiore, fa stare bene e ci diverte.
Questo per dire che ci divertiamo sempre nel suonare e nei Tunatones diamo sfogo alla nostra voglia di divertimento, alla voglia di vedere chi ci ascolta sorridere, gioire della vita.
 
Davide
Veniamo al medley dedicato a George Harrison che una volta disse: “qualsiasi cosa sia accaduta è positiva se ci ha insegnato qualcosa, ed è negativa solo se non abbiamo imparato”. Cosa avete imparato dai Beatles e da George?
 
Tunatones
Sono state scritte tante cose sui Beatles come band, tantissime sui membri di questo memorabile quartetto.
La musica parla per loro e comunica in continuazione anche oggi, stiamo ancora imparando.
L’Homage to George Harrison è stato puro piacere in tutto e per tutto, dalla sua creazione alla prima assoluta alla Biennale d’arte di Venezia di fronte ad un pubblico internazionale con molti artisti e rappresentanti del Bangladesh, paese che - appunto - George adorava e in cui lui stesso, ancora oggi, è ricordato come una figura importantissima, per via del famoso concerto di beneficenza che organizzò nel 1971. Quando abbiamo saputo che ci saremmo esibiti nello spazio espositivo del Bangladesh la prima cosa che ci è venuta in mente è stato il nome di George!
L’abbiamo poi registrato con uno Studer C37 che usavano anche i Fab Four! Il suono è molto importante e come i Beatles ci siamo tenuti alla larga dal Digitale.
 
Davide
Perché Itunas! È stato dedicato anche alla memoria di Steve Jobs?
 
Tunatones
iTunas è stata un’idea di Alessandro Arcuri, il contrabbassista dei Tunatones. Abbiamo tutti una mela mordicchiata in casa per cui, alla luce della dipartita di uno dei suoi fondatori abbiamo voluto dedicare questo disco al buon Steve Jobs.
Divertente il fatto che questo disco, registrato interamente in analogico, sia stato dedicato all’inventore del Digital Lifestyle ... life is unbelievable.
 
Davide
Non sfugge la registrazione su bobine analogiche e una edizione in tiratura limitata in vinile 180 grammi. Perché il nastro e perché questa particolare grammatura (maggiore di quella normale di 120-140 grammi) da una parte, dall’altra quasi l’antitesi del download digitale, l’mp3, l’omaggio a una applicazione digitale come iTunes, che supporta un lettore di musica digitale come l’iPad?
 
Tunatones
Prediligo sempre l’analogico per le mie produzioni perché suona meglio. (Mike 3rd)
Nella conversione A/D - D/A si perdono armoniche e sui suoni si posa come uno strato di polvere.
In merito mi diverto sempre a citare uno dei miei aforismi: La differenza tra analogico e digitale? È come fare l'amore, Analogico è senza preservativo.
Occhio però ai rapporti occasionali non protetti!
Dal momento che mi piacciono i suoni belli e ricchi abbondo di nastri, valvole e apparecchi con componenti di altissima qualità.
Il vinile 180 grammi a fianco della vendita su iTunes ed Amazon mp3 diventa una scelta obbligata per dare agli ascoltatori esigenti il meglio in circolazione.
Con il vinile poi regaliamo il CD audio che è disponibile anche separatamente, come il vinile, per corrispondenza su Prosdocimi Records.
 
Davide
Quali sono secondo voi le migliori canzoni Rockabilly e Surf Rock di sempre, quelle che vi hanno fatto innamorare di questi due generi musicali diversi ma affini?
 
Tunatones
Ve ne sono veramente troppe, citarne solo 20 sarebbe irrispettoso per le altre.
Però ci sono degli autori che hanno tutte le nostre simpatie, si parte dal passato con Elvis, Gene Vincent, Johnny Cash, Trashmen, Beach Boys, Beatles per arrivare ai più o meno recenti come Stray Cats, Brian Setzer, Aqualads, Di Maggio Connection con l’amico Marco di Maggio.
Siamo in presenza di una discografia immensa.
 
Davide
Cosa distingue i vostri diversi progetti musicali e cosa li accomuna?
 
Tunatones
Diciamo che da un lato andiamo dove ci porta il cuore per cui, possiamo esprimerci in vari modi tra loro molto differenti.
Però siamo spontanei e mettiamo noi stessi in tutto quello che suoniamo.
Questo è quello che accomuna tutti i nostri progetti, la sincerità, la passione e la voglia di fare le cose nel migliore dei modi, divertendoci e facendo divertire.
Chi viene ad ascoltare i nostri concerti o chi compra i nostri dischi percepisce che siamo vivi, che non suoniamo questo o quello perché va di moda, lo facciamo perché ci piace.
 
Davide
Cosa vuol dire guadagnare i Prog Awards? Due parole sulla band Progressive ALTARE THOTEMICO?
 
Tunatones (Mike 3rd)
Sono delle belle soddisfazioni, mi piace fare il produttore artistico, dare alle band la mia espErienza ed il mio punto di vista per spingerli al massimo.
Gli Altare Thotemico sono una bella realtà, hanno cambiato un po’ negli ultimi tempi ma restano validi, anche migliori.
Senza di loro non ci sarebbe stato il mio lavoro per cui ... applausi agli Altare Thotemico.
 
Davide
Vorrei ricordare un cd uscito l’anno passato, contenente due brani (Brightness comes e 15 Days) a nome di Mike 3rd e Alberto Stocco con Alessandro Arcuri ed Emanuele Cirani (ExKGB’s), secondo anno di un progetto benefico per devolvere i proventi al sostegno di Greenpeace, che ha sposato con entusiasmo la causa dando il patrocinio ufficiale, e dell'A.I.R.C. - Associazione Italiana per la ricerca sul Cancro.  HYPERLINK "http://www.synpress44.com/02Works.asp?id=1091&stc=3" http://www.synpress44.com/02Works.asp?id=1091&stc=3  Com’è andata dunque la Stagione della Beneficienza 2011?
 
Tunatones (Mike 3rd)
La Stagione della Beneficenza è purtroppo un po’ sotto tono; gli esiti non sono stati molto buoni nel 2011, siamo decisamente sotto le aspettative.
Stiamo attendendo a pubblicare i risultati in attesa di vedere se qualcosa si “muove” oppure di accorparli a quelli dell’anno in corso.
Per il 2012 ho intenzione (Mike 3rd) di estendere l’iniziativa a varie bands che hanno dimostrato interesse per la cosa.
Voglio creare una sorta di compilation senza limite di genere, fatta da artisti che, con in comune la casa del Prosdocimi Recording faranno gruppo, una sorta di famiglia in beneficenza.
 
Davide
Ci sono o ci saranno altre novità a seguire per quanto riguarda gli altri vostri progetti e la Prosdocimi records?
 
Tunatones (Mike 3rd)
Questo è un anno di cambiamenti, di slancio, Prosdocimi Records diventa una associazione di artisti fedele alla filosofia sin quì delineata.
C’è poi la Prosdocimi Music Academy per formare i musicisti e lo studio Prosdocimi Recording che sforna la musica che poi voi ascolterete.
Siamo orgogliosi di annunciare l’arrivo del grande Benny Greb al Prosdocimi Recording Studio il 30 Settembre 2012 per un workshop indimenticabile di una giornata!
Ci saranno poi altre produzioni che orgogliosamente rimetteremo al vostro giudizio, con pazienza porteremo tutto a pieno regime, nel frattempo potete godervi i nuovi siti ufficiali di PROSDOCIMI Records PROSDOCIMI Recording  Studio e Tunatones.
 
Davide
Secondo John Lennon, se si fosse tentati di dare al rock and roll un altro nome, si potrebbe chiamarlo "Chuck Berry”. Secondo voi, quale altro nome sareste tentati di dargli?
 
Tunatones
In questo momento… Johnny Cash!
 
Davide
Grazie e à suivre…
 

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 583 millisecondi