KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Colle romito

1 min read

Colle romito

A Leopardi

Colle romito, dall’ormai arido campo raccogli la mitezza del passato; all’Infinito, dall’attonito cantante, fosti sorpreso un dì ed immolato, ed ora è vana attesa che di questo ricordo tu sia privato: non lo può la “giungla” che scompare, il tempo, martirio alcun, o il vino.
Dolce rimani agli occhi miei, e ai nostri pressochè immutato ti mantieni vivo, mentre il cielo e la terra sacro ti fanno, imperituramente.

Untold Evening Tales

Altri articoli correlati

7 min read
6 min read
1 min read

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.