:: Home » Numeri » #147 » LETTERATURA » Cocci di bottiglia - Fiorenza Aste
2007
4
Ott

Cocci di bottiglia - Fiorenza Aste

media 3.10 dopo 1043 voti
Commenti () - Page hits: 6800
[ASTE.jpg]
 
prefazione di Antonella Lattanzi, Edizioni Creativa (Napoli, 2007), pag. 132, euro 10.00.

Lame rotanti, che segano. Questi dodici racconti di Fiorenza Aste non sono solamente cocci di bottiglia, pezzi di storia e storia a pezzi; ma un grande personaggio che sconvolge i ritmi del cuore. Occhi sempre diversi, forse. Eppure soggetti che hanno in corpo e più in fondo la forza di recidere. Mancano goccioline di felicità, nelle trame. Nella vicenda complessiva non appare qualche Dettaglio. In sede di prefazione Antonella Lattanzi con facilità e partecipazione emotiva è capace di presentare Cocci di bottiglia in maniera quasi esaustiva. E quel quasi non è da affidare come colpa alla Lattanzi, ma quale obiettivo cercato e preso dalla Aste. Le righe propongono una scrittura che non conosce ridondanze, che assicura grazia e limature spontanee, qualche eccezione linguistico -letteraria messa a fare da segno di riconoscimento. Dopo tutto ciò, la bravura di sapere stupire. Ricordi, emozioni, un padre o i padri. Adolescenze e pranzi senza sapore, specchi coi pezzi di chi guarda conficcati nelle viscere. I racconti fanno un'operazione che solamente le lame hanno il dovere di compiere. Tagliano. Come dovrebbero, certamente, tagliano. La lettura di Cocci di bottiglia, oltre a permettere il piacere dello scivolamento dentro il petto dell'opera, assicura allo stomaco torsioni lente. Nodi intrecciano il centro della pancia. La capacità di creare sentimenti e non solo linguaggio di F. Aste è grande. I fermenti piccolini che ogni protagonista del libro assume a modello di sentire è freccia scagliata nel sangue di chi legge. Dunque, grazie al sostegno della materia contenuta in questo volume è facile accorgersi di quanto il quotidiano possa essere sconvolto da altro quotidiano. Questo libro potrebbe essere inserito, qualora davvero ve ne fosse la necessità – magari impellente – in un filone che accoglie (se è proprio vero) altre opere di indubbio valore. Da fogli che possono stare persino nelle arcate di una letteratura forse metropolitana a invenzioni letterarie anche recentemente entrate nelle cascate della stampa. Differenze sostanziali a parte, piccolo esempio potrebbe addirittura essere l'ultimo romanzo di Chiara Cretella. Però se la Cretella arriva a contagiare la propria penna col liquido dei personaggi, la Aste esegue esattamente il segno opposto. La Aste, insomma, consegna agli occhi delle ambientazioni il flusso del proprio dire e riceve – di conseguenza – quello che vuole.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 160 millisecondi