KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Intervista con Crystal Skull

7 min read

ANCIENT TALES

“Ancient Tales” è il debut album di Crystal Skull, ovvero Claudio “The Reaper” Livera, già chitarrista nei Black Raven e bassista dei Violent Assault e del Sacro Ordine dei Cavalieri di Parsifal. L’album è il primo di una preannunciata trilogia, pubblicato in digipack con il supporto della Underground Symphony Records. Claudio, autore di musiche e testi, a parte la presenza di alcuni ospiti, tra cui Carlo Venuti alla chitarra, vi suona tutto, chitarre, basso e batteria, e canta. Genere: power e speed metal con tematiche fantasy. L’album è stato registrato e mixato tra il 2017 e il 2019 dallo stesso Claudio e da Marco Falanga.

Tracce:
1. The Book (Intro)
2. Land Of The Dead
3. Stormaxe
4. Crystal Legions
5. Tears Of The Night
6. The Eyes
7. Die By My Axe
8. The Last King
9. Lake Of Dreams

Formazione:
Claudio “The Reaper” Livera – voce, chitarra, basso

Collegamenti:
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/CrystalSkullProject
Etichetta Underground Symphony Records – https://www.undergroundsymphony.it

Intervista

Davide

Ciao Claudio. Quando e come nasce il tuo progetto solista?

Claudio

Il progetto Crystal Skull nasce a distanza di molti anni, parliamo ormai di quasi 15 anni fa. All’epoca suonavo nei Black Raven (chitarrista, Heavy Metal) e nei Violent Assault (bassista, Black/Thrash Metal). Fu in quel periodo che nacque l’esigenza di fare qualcosa di ancora più mio, qualcosa che rispecchiasse appieno il mio tipo di musica preferito. La mia visione di base era quella di creare un sound potente e veloce, ma allo stesso tempo molto epico e visionario. Agli antipodi volevo formare una vera e propria band in verità, però gli eventi e la mancanza di amanti di questo genere (di nicchia) nella mia zona mi hanno portato a cambiare completamente rotta. Dovetti virare e prendere la via del lavoro da solista quindi e all’inizio non fu per niente facile. Ho dedicato molto tempo alla scrittura e alla registrazione delle canzoni in casa e al metodo di composizione, scoprendo giorno dopo giorno che il lavoro svolto era sempre migliore e che i pezzi riuscivano a prendere vita così come li avevo immaginati.

Davide

Perché il teschio di cristallo? Ha a che fare con i teschi di cristallo dichiarati reperti archeologici mesoamericani precolombiani e che qualcuno aveva definito degli oopart?

Claudio

Sono sempre stato molto appassionato di leggende e misteri e conoscevo anche tutte le varie leggende che si narrano sui teschi di cristallo, però non è stato il motivo principale di questo moniker. Cercavo un nome che rispecchiasse sia la parte fantasy, che la parte Power metal del progetto, qualcosa che fosse comunque d’impatto. In più sono riuscito a legare insieme due titoli dei miei dischi preferiti in assoluto “Crystal Logic” dei Manilla Road e “Pile of Skull” dei Running Wild. Devi anche sapere che il teschio di cristallo è una parte fondamentale della storia di questo concept, perché rappresenta un antico potere dimenticato che ritorna in aiuto dei nostri tre eroi.

Davide

Cosa narrano i testi di “Ancient Tales”?

Claudio

Il concept di Ancient Tales è il primo capitolo di un lungo viaggio ed avventura dei nostri tre eroi. Regdar Dundragon (proveniente dalla valle del Sultar Tur), Turok (Nano guerriero fiero e potente di Whitestone) e la guerriera mezzelfa Raven Erevyn. Un trio nato per caso e per segno del fato, non lo sappiamo ancora, che però si unisce per seguire e risvegliare un antico potere, il potere del teschio di cristallo e con quello combattere il regno del male di Am-Aras.

La narrazione avviene però previo una terza persona, infatti è come se ci fosse un vecchio narratore che legge spezzoni di racconti, leggendoli da un antico e rovinato librone impolverato (Jonathan Asmodeus Garofoli recita l’intro del disco!!!)

Davide

Hia previsto una trilogia, quindi un seguito anche narrativo?

Claudio

In principio doveva essere solo l’ambientazione ad unire i vari lavori che verranno, ma mentre lavoravo alle parti di “Ancient Tales” mi sono accorto che sarebbe stato veramente poco lo spazio per farlo, così ho puntato sulla trilogia (della quale sono già scritte tutte le canzoni). Quindi ci sarà un seguito ed una maturazione come nella composizione anche nella storia e rappresentazione dei personaggi principali e magari l’ingresso di personaggi nuovi all’interno del concept.

Davide

Perché hai scelto delle tematiche fantasy? Cosa ti appassiona soprattutto di questa corrente letteraria e della narrativa fantastica in genere?

Claudio

Anche se mi sono avvicinato alla lettura grazie ai libri horror di Stephen King, da quando conobbi il genere fantasy non ci fu storia. Le avventure, i viaggi, i combattimenti mescolati con valori, sentimenti e la magia sono i punti forti che mi hanno colpito. Mi hanno dato fin da subito un grandissimo stimolo a sognare ed immaginare, cosa che poi ho trasportato nella musica e soprattutto nelle lyrics dei Crystal Skull. Credo comunque che attraverso la letteratura fantasy io abbia trovato quel senso del valore, del sacrificio e dell’impegno che mi rappresenta anche come carattere e persona.

Davide

Qual è il mondo fittizio o immaginario che hai immaginato per “Ancient Tales” e quali rapporti ha con il nostro mondo reale, per portarvi quale messaggio?

Claudio

Domanda molto difficile da spiegare senza occupare almeno cento pagine (risate)… Possiamo immaginare il regno di Arendal come un mondo non evoluto come quello ove viviamo oggi, un mondo dove il legame con la natura, gli dei e la magia è ancora forte. Un terra dove la gente crede ancora e sa difendere e rispettare i valori e diritti altrui. Un mondo ben lontano dal nostro attuale…

Comunque non è assolutamente mia intenzione parlare di politica o comunque cercare secondi significati in questo concept, l’unico messaggio che mi piacerebbe trasparisse è che comunque vada non bisogna mai mollare, bisogna combattere fino all’ultimo centimetro per i propri valori e per le cose che ami.

Davide

Quali sono stati i gruppi e i solisti che hanno avuto nel tempo più influenza su di te e sulla tua musica?

Claudio

Su tutti posso nominarti tre band che sono di base il riferimento quotidiano musicalmente parlando. Running Wild, Manilla Road e Blind Guardian. Questi tre assolutamente, sono le mie band preferite da sempre praticamente. Poi possiamo dire che in generale le mie influenze vengono dal Heavy/Power teutonico con gruppi come Helloween, Grave Digger, Gamma Ray, Udo, Accept, Rage, Scanner, Stormwitch, Primal Fear ecc.

Davide

Chi ha preso parte a questo disco, cori e artwork inclusi? A proposito della copertina, ritrae forse i tre protagonisti principali della saga che hai cominciato a raccontare?

Claudio

Anche se è solo il mio primo disco hanno partecipato tantissimi miei amici musicisti e non. Per le voci e i cori hanno partecipato Marco Falanga (Moonlight Haze), Marco Rosa (Black Raven, Azrath-11), Andrea Sax (Revoltons), Davide Olivieri (Sacro Ordine dei Cavalieri di Parsifal), Jonathan Asmodeus Garofoli (Azrath-11, Kurgall, Naer Mataron, Animal House) e Beatrice Demori. Per le ritmiche delle chitarre acustiche ha partecipato Carlo Venuti (Sacro Ordine dei Cavalieri di Parsifal, Animal House).

Se parliamo dell’artwork invece è tutto lavoro di Fabio Babich (Dragonero, Sergio Bonelli). Fabio è un artista eccezionale, ci conosciamo da anni e non potevo non chiedere a lui la realizzazione dell’intero lavoro e sicuramente presenzierà anche per il secondo capitolo. Anzi l’acquisto è d’obbligo solo per il lavoro eccezionale fatto da Fabio, aprire il digipack e il bootleg è come aprire un libro fantasy illustrato!!! Uno spettacolo!!!

I tre personaggi? Si esattamente sono proprio i nostri tre eroi al loro primo incontro dopo la caduta della capitale di Arendal.

Davide

Cosa seguirà?

Claudio

Ci sono un paio di cose che bollono in pentola Davide e sono molto succose. In primis insieme all’Underground Symphony stiamo lavorando alla pubblicazione della versione in vinile di “Ancient Tales”. Una versione in vinile colorato molto limitata contenente poster, adesivi e molto altro. Per l’annuncio dell’uscita del vinile ci sarà la pubblicazione online anche di un nuovo video tratto dal disco!!

In parallelo invece sto già registrando il secondo capitolo che ti annuncio in anteprima che si chiamerà “Arcane Tales”. Proprio in questo momento Fabio Tomba (Overtures, Silverbones) sta registrando le parti di batteria dell’intero disco. Ci vorrà ancora un po’ di tempo perché veda la luce purtroppo, perché comunque ho anche altri lavori con altre band in uscita a cui lavorare. Vedi il nuovo disco dei Sacro Ordine dei Cavalieri di Parsifal e il nuovo disco in registrazione degli Akroterion.

Davide

Grazie e à suivre…

Claudio

Voglio ringraziarti Davide per la bella chiacchierata e la possibilità di presentare il mio lavoro al pubblico, al giorno d’oggi è un mercato difficile per un gruppo one man band. Voglio anche ricordare che il cd digipack è disponibile presso l’Underground Symphony per chi fosse interessato, oppure può contattarmi attraverso i social. Spero di poter tornare presto sulle vostre pagine per potervi raccontare del secondo capitolo della saga!!!

Stay Heavy…

…Stay Metal!!!

The Reaper

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.