KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Pomarico. Storia, arte, cultura – Milena Ferrandina e Gabriele Scarcia

3 min read

(con fotografie di Nicola e Giorgio Amato)
Aldo Amati, Mario Adda Editore (Bari, 2020)
ristampa aggiornata
pag. 160, euro 20.00.

Il Palazzo Marchesale che fu dei Donnaperna e Palazzo Sisto, fra i palazzi storici. La Vergine con il Bambino e San Francesco di Teodoro D’Errico, l’Immacolata Concezione di Pietro Antonio Ferro, la Maddalena penitente d’Andrea Vaccaro, il San Pietro di Francesco Francanzano, la Santa Lucia di Domenico Guarino (soggetto usato per l’immagine di copertina del volume), fra i dipinti. Sono solo alcune delle opere fatte rivivere dal libro di Milena Ferrandina e Gabriele Scarcia, “Pomarico. Storia, arte cultura”. Un lavoro che personifica palazzi e tele, luoghi e memoria dei luoghi al fine di fare una mappa pulsante delle bellezze pomaricane. Edito per la prima volta nel 2019, il lavoro presenta infatti informazioni storiche aggiornate. Note dai tempi. Nuovi ritrovamenti di materia storica, di frammenti ripresi dalle cantine della storia. “Un lavoro di scavo attraverso i secoli, che restituisce voce alla storia, leggendone i segni custoditi tra opere di archeologia, architettura, pittura e scultura; senza rinunciare a riprenderne usi e costumi, dalla cultura gastronomica agli eventi musicali e teatrali del nostro presente”, è spiegato in sede di descrizione del libro, testo voluto, finanziato e distribuito dall’Amministrazione comunale pomaricana. Libro che non disdegna un’appendice dedicata ovviamente a tradizioni e usi. Ché la Storia è il complesso delle vicende storiche e del loro svolgimento attraverso la quotidianità. Il tutto reso ancor più solido da scatti sempre di qualità. Le pagine, elemento tutt’altro che trascurabile in un’opera saggistica e di divulgazione di questo tipo, sono portatrici davvero d’un linguaggio chiaro e diretto, che per esempio spiegano ancor di più, se ancora ce ne fosse bisogno, la cura e la sensibilità con la quale Ferrandina s’occupa dei beni artistici e storici. Dando prova d’una scrittura rigorosa e coinvolgente allo stesso tempo. Milena Ferrandina, infatti, è storica e critica arte. Oltre che docente. E autrice di diverse pubblicazioni su siti giornali e siti specializzati. Curatrice d’esposizioni d’arte e, tra le altre cose, presidentessa dell’associazione di promozione sociale “Disjecta Membra” che s’occupa proprio di conservazione, valorizzazione e promozione dei beni storici e artistici; il coautore Scarcia, anch’egli critico e storico dell’arte, ha scritto per diversi giornali e pubblicato diversi libri, tra i quali “Il tesoro della Basilicata – Paesaggio e Arte”, edito da La nave di Teseo, vincitore il Premio Letterario Nazionale “Carlo Levi” 2018, sezione saggistica. Mentre nel 2020 a Scarcia è stato assegnato il “Premio Heraclea”. Scarcia è collaboratore dell’Apt (Agenzia di promozione territoriale) della Regione Basilicata. Il volume rischia di diventare pubblicazione imprescindibile per la comunità e riferimento per il riscatto delle sue bellezze.

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.