:: Home » Numeri » #191 » LETTERATURA » Il Gioco Degli Specchi - Andrea Camilleri
2011
22
Giu

Il Gioco Degli Specchi - Andrea Camilleri

media 3.11 dopo 18 voti
Commenti () - Page hits: 5350
Pagg. 255 Euro 14 Sellerio Editore
 
Bombe che vengono depositate in magazzini disabitati, una coppia formata da Liliana e Arturo Lombardo che va ad abitare nella villetta adiacente a quella del commissario Montalbano, al quale sparano mentre è in macchina, un cadavere trovato carbonizzato su una macchina ed un secondo brutalmente violentato prima dell'uccisione.  Vi è questo, ed altro ancora, in questo 18^ libro dello scrittore incentrato sulla figura del commissario,  che, alle soglie dei sessant'anni, sente che non è più  lucido come in passato. Lo scrittore imbastisce una trama narrativa , come al solito articolata e complessa dove, prendendo come pretesto cinematografico il film "La signora di Shanghai" di Orson Welles, si assiste ad un gioco di specchi, in cui la realtà viene ad essere deformata,  non è  chiara e nitida e sembra di fare parte del cast di un  film.  Qualcuno, pensa il commissario e, non a torto, si prende gioco di lui  come l'affascinante e bella  Liliana,  che indossa  vestiti "rovina famiglie" che gli fa la corte, con un marito?  sempre assente. Una realtà difficile da decifrare perché il gioco non appare chiaro, ma sfuocato . Si tratta di decifrare diversi messaggi, come le lettere anonime, i messaggi trasversali del giornalista Ragonese tramite Televigàta e gli specchi cominciano ad apparire al nostro eroe più  chiari e  limpidi. Cosa si nasconde dietro il corteggiamento sfrenato della donna per lui? Perché hanno sparato alla sua macchina e chi era l'obiettivo? Lui o Liliana? Perché le bombe vengono collocate in garage deserti e non  frequentati? Montalbano incomincia a decifrare i messaggi trasversali, si forma un'idea degli omicidi specie dopo la scomparsa del giovane Arturo Tallarita, amante di Liliana, comprende  che alla base di tutto vi è l'eterna lotta, per il traffico degli stupefacenti,  fra i Sinagra e i Cuffaro, delinea il contesto malavitoso e riesce ad interpretare la realtà, uscendo dall'impasse iniziale.  Gli specchi incominciano ad essere meno deformanti, le immagini della realtà più chiare.  E' un libro, come avverte l'autore, frutto solo di fantasia, che non scaturisce, come tanti altri libri,  da fatti di cronaca e bisogna riconoscere la facilità nello scrivere  e la felicità, per i lettori di Camilleri, che ci offe storie avvincenti ricchi di intrighi seducenti.  La vena ironica dello scrittore è inesauribile: basti pensare ai dialoghi, a volte surreali, tra il commissario e l medico legale Pasquano, uno dei migliori personaggi della serie dedicata a Montalbano, a quelli con il giudice Tommaseo, "il maniaco sessuale perché non pratica sesso", alla caratterizzazione di personaggi come l'insostituibile Catarella che, in questo libro, giustamente, ha il suo momento di gloria. Non ci si stanca a leggere Camilleri,  la descrizione di personaggi e situazioni è formidabile, il contesto sociale efficacemente e dettagliatamente tratteggiato.  Un ottimo  libro che conferma le indiscusse capacità artistiche del "Maestro" di Vigàta.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 164 millisecondi