:: Home » Numeri » #256 » LETTERATURA » Un delitto al rosmarino – Fabio Larcher
2016
30
Nov

Un delitto al rosmarino – Fabio Larcher

media 4.5 dopo 4 voti
Commenti () - Page hits: 750

Prendete la Londra vittoriana. Metteteci un elfo, esiliato dall'incantesimo di un rivale nel nostro mondo, che si mantenga usando le proprie virtù magiche per risolvere intricati casi di omicidio che, in luogo del metodo logico-deduttivo di Sherlock Holmes, utilizzi un metodo magico-irrazionale; che sia amorale, libertino, vanitosissimo... avete fatto così conoscenza di Mr. Wylo Helig, consulente investigativo sui generis, che, nonostante le sue azioni folli, non sbaglia mai un colpo. In questa prima avventura Wylo Helig dovrà risolvere un duplice omicidio: Lord Gordon Latymer, ucciso da tredici coltellate nella propria biblioteca, e la prostituta tredicenne Daisy Grant, morta per strangolamento, il cui corpo viene rinvenuto nello stesso luogo. E su tutto aleggia un misterioso sentore di rosmarino... 

Inizia con Un delitto al rosmarino una serie di romanzi brevi, firmati da Fabio Larcher ed editi da A.Car., che seguono le vicende di Wylo Helig, elfo detective, in una riconoscibile (anche se a tratti surreale) Londra Vittoriana. Il genere è definito dall’autore stesso fantasy-giallo, anche se più che il genere ciò che caratterizza questa prima opera (e probabilmente anche le successive) è il tono. Pur muovendoci lungo le stesse vie di Sherlock Holmes (tanto che incontreremo anche, ad esempio, Lestrade) il protagonista non assomiglia per niente al consulente investigativo di Sir Conan Doyle, né i suoi metodi possono ricordare in alcun modo quelli scientifici e logici del personaggio di Baker Street. Wylo Helig è un essere magico, la sua morale è quantomeno ambigua, e il suo linguaggio diretto e provocante. La sua interazione con gli umani (e con le loro vicende) è complessa, tanto da sconsigliarne la ricerca, se non fosse che i suoi metodi si rivelano inevitabilmente rapidi, rispetto a quelli della polizia, e quindi i suoi servizi vengono comunque richiesti.

Fabio Larcher, che avevo già avuto modo di apprezzare come autore in altre opere, qui propone un singolare divertissement – di rapida lettura – che suona tanto originale (nello stile e in vari aspetti della trama) quanto peculiare. Molto buono quindi per la costruzione e le idee che sorreggono la storia, forse meno apprezzabile per la comicità a tratti sopra le righe che, pure se giustificata dal personaggio, altera un po’ il ritmo, principalmente nella parte centrale del romanzo.

Un delitto al rosmarino è comunque un’opera più che interessante. Che, anche se non segue i canoni classici, non si può negare sia un giallo, e che ha elementi fantasy (tra l’altro quelli sottesi sono gradevolmente cupi), mischiati con una grossa dose di ironia e di pagine surreali. Wylo si è presentato bene. Vedremo come continuerà a stupirci e affascinarci nei prossimi casi che affronterà.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Marco Giorgini
Marco Giorgini è nato a Modena il 21 Agosto 1971 e lavora come responsabile del settore R&D in una delle più importanti software house italiane che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina la rivista culturale KULT Underground e dal 1996 la casa editrice virtuale KULT Virtual Press; ha tenuto conferenze, e contribuito ad organizzare mostre e concorsi letterari, tra cui ''Il sogno di Holden''. Da marzo 2005 è autore di una striscia a fumetti sul mondo degli esordienti chiamata Kurt.
MAIL: marco@kultunderground.org
WEB:
www.kurtcomics.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 130 millisecondi