:: Home » Numeri » #244 » LETTERATURA » Rogo - Giacomo Sartori
2015
3
Nov

Rogo - Giacomo Sartori

Commenti () - Page hits: 1100
CartaCanta (Forlì, 2015)
pag. 199, euro 14.00
 
Giacomo Sartori, scrittore e agronomo, ha pubblicato "Tritolo" e "Di solito mi telefona il giorno prima", il Saggiatore, "Anatomia della battaglia, Sironi, "Sacrificio", Pequod, "Cielo Nero", Gaffi, "Autismi", Sottovoce, "Avventure", Senzapatria, "Zoo a due", Perdisa Pop. Adesso è in libreria con  il fastidioso "Rogo", CartaCanta. Quest'ultimo romanzo, comincerei a dire appunto, infastidisce perché fortunatamente provoca una lunga serie di paure. Ci spaventa della crudeltà e della cattiveria proposta, ché sappiamo esister ancora e che potrebbero agguantarci da un momento all'altro. Fa male in quanto, poi, dice in maniera spietata della morte interiore che potremmo trovare specie nei momenti più duri. La trama è posizionata nel Trentino-Alto Adige. Seppur vissuto in un certo senso da un autore espatriato. Rogo nasce grazie all'aggancio sensoriale con un fatto di cronaca locale, l’uccisione d'un neonato da parte della madre. "L’ambivalenza è segno di questo romanzo, in forma e in merito. La scrittura, da un lato, colpisce acuta, schegge di brace ustionanti, secca e potente; le immagini, dall’altro, evocano cime nevose di freddo e desolazione, frustate da venti gelidi fin nell’anima. Così le storie, sospese nell’ambigua esperienza della maternità, oscillano fra entusiasmo e disperazione, bulimia e vomito, dolcezza sognante e incubi neri. La struttura s’impernia su tre personaggi femminili, tutti coinvolti nel rogo della gravidanza, ognuno a modo proprio, ognuno col suo destino mai coincidente con le aspettative", ha scritto con acutezza impressionante Andrea B. Nardi (www.lapoesiaelospirito.com). Che abbiamo in questo modo saccheggiato, pescando da alcune valutazioni critiche dell'opera. Entrando nelle vicende di Rogo sentiamo le martellate potenti inferte ai personaggi da voci e visioni. L'assurdità, diciamo, dei sogni rivelatori. La bellezza malata dello sviluppo dei passaggi sulla reincarnazione. Anche noi, forse, ci siam sentiti un po' perseguitati dalla Gheta. Consci che il martirio interiore distrugge ovviamente quanto quello fisico. (Se non di più). Lo stile scelto da Sartori passeggia fra la semplice fluidità propria d'una natura associata sicuramente a luoghi fisici e ideali, alla forza ispida d'una natura che da qui si dissocia.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 188 millisecondi