:: Home » Numeri » #238 » LETTERATURA » Sinfonia - Evtimova Zdravka
2015
21
Mag

Sinfonia - Evtimova Zdravka

media 5 dopo 2 voti
Commenti () - Page hits: 5750
traduzione di Francesca Sammarco
Controluce (Lecce, 2015)
pag.250, euro 16.00
 
La Bulgaria delle anime perse nei soldi e la moneta sempre sterco del demonio, con impressionante accuratezza e lirismo é descritta nella lieta scoperta del romanzo firmato dalla scrittrice e traduttrice bulgara Evtimova Zdravka, "Sinfonia", vincitore tra le altre cose del Premio letterario "Balkanica" 2014. Definirlo semplicemente "romanzo corale al femminile" dice qualcosa ma dunque ben poco, del mirabile lavoro letterario di Zdravka. Che invece troviamo esser una narrazione potente e senza scrupoli del decadentismo occidentale e dell'Occidente decaduto. Perché  la Bulgaria dei signori del denaro e della povertà che si confrontano a distanza, per poi venire a contatto e poi scontrarsi é un Est che spinge nelle nostre vite. Dove la voce di Moni e le voci delle altre donne, che 'scrivono' e si scrivono presenta il registo di drammi psicologici derivanti dal consumo e dalla mancanza di consumismo. Perfino nel momento delle scene che sanno di film di Kusturica. Moni è una grassa e ricca ereditiera figlia d'un boss ucciso; la signora Aneva è la moglie infelice d'uno degli uomini più potenti di tutta la Bulgaria e vuole  fuggire in Germani, lontana dall'odiato marito. È una donna affascinante e corteggiata da molti uomini, ma è attratta da Di, la sua massaggiatrice; Di è la massaggiatrice d'Aneva, che alla signora fa pure girare la testa, e fa la cameriera nel bar del malfamato del porco Gozo, e verrà stuprata dal marito della signora. Di comunque è il perno del romanzo. Attorno al quale ruota tutto. Ché, chiaramente, ogni vita s'insaccherà nelle altre. In questo capolavoro c'è tanto amore insieme alla rinuncia dell'amore. Proprio in quanto spesso si sacrificano i sentimenti per il Potere. Le anime perse sono rinfrescate soltanto quando cercano vendetta. Insomma la fine è vicina. Sempre.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 173 millisecondi