KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Intervista con gli Stanley Rubik

5 min read

 

Gli Stanley Rubik,  hanno recentemente pubblicato l'EP d'esordio "Lapubblicaquiete", realizzato in co-produzione artistica con i Velvet.
 
La loro musica è cinematica, carica di tensioni, risolte o meno, tuttavia descritte con un’ironia latente e un sarcasmo tragicomico di fondo che richiamano lo stile registico di Kubrik; nei testi echeggiano spesso le ossessioni, le ansie e le speranze del tempo presente, tinteggiate con colori diversi e (quasi) sempre irrisolvibili come nel Cubo omonimo.
Il disco è stato anticipato dal singolo “Pornografia”, uscito lo stesso giorno dell'EP.
Comunicato stampa SafeAndSound
 
(Pornografia, official video)
 
 
Intervista
 
Davide
Un po’ di storia del gruppo. Chi sono gli Stanley Rubik? Quando e come nascono?
 
Stanley Rubik
Nascono nell'inverno del 333 a.c. dopo il taglio del nodo Gordiano, anche se Plutarco dice che non è stato un vero e proprio taglio ma pare che venne semplicemente sfilato dalla staffa! Mah ancora se ne discute in sala.
 
Davide
A parte il gioco di parole, perché evocare nel vostro nome Stanley Kubrick ed Ernő Rubik?
 
Stanley Rubik
Chi? No scherziamo, è ovviamente l'abilissimo gioco di parole tra il nome del noto regista Stanley Kubrick, che adoriamo e il cognome del celebre cubo degli anni ‘80!
 
Davide
Lapubblicaquiete è il vostro ep d’esordio. Cosa significa il titolo e perché iniziare da tre soli brani?
 
Stanley Rubik
8 brani costavano decisamente troppo, per quanto riguarda il titolo dell'EP "Lapubblicaquiete" è un errore di battitura, al momento delle prove di stampa abbiamo utilizzato un pc al quale mancava la barra spaziatrice e per ovviare al problema lo abbiamo scritto così!
"Lapubblicaquiete" è un chiaro riferimento a ciò che è dietro la maschera che ognuno di noi spesso mette per confrontarsi con il resto della popolazione umana, nascondendo spesso dubbi, domande e qualche turbamento.
 
Davide
L’ep è stato realizzato in co-produzione artistica con i Velvet. In che modo vi hanno collaborato?
 
Stanley Rubik
Ci hanno pagato parte del mutuo e dell'IMU, permettendoci così di pensare liberamente ed incessantemente alla nostra produzione artistica.
Scherzo…solo l'IMU.
Abbiamo instaurato un ottimo rapporto con i Velvet durante la produzione del nostro EP, ci hanno aiutato a scegliere quelli che da lì a poco sarebbero diventati i brani di debutto degli Stanely Rubik, Alessandro Sgreccia ha mixato e curato i nostri suoni con grande maestria, mentre Poffy e gli altri ci hanno indirizzato sulle migliori mosse promozionali per il lancio. Abbiamo scoperto inoltre di avere ascolti, gusti e molte altre cose in comune, anzi …molte "cosecomuni". HA…….HA…….HA!
 
Davide
Lapubblicaquiete prelude a un lavoro più lungo? Vi state lavorando e si può farne qualche anticipazione?
 
Stanley Rubik
Sì…vi stiamo lavorando.
Il prossimo lavoro sarà un po' più lungo, l’idea è di realizzare un full album.
Però non possiamo darvi troppe anticipazioni…vi promettiamo che sarà un lavoro curato nei minimi dettagli.
 
Davide
Quali sono gli argomenti che più di altri vi urge cantare e comunicare e con quale taglio e prospettiva?
 
Stanley Rubik
Sicuramente con il taglio del nodo gordiano!
Hai detto bene si parlerà proprio di prospettiva nei prossimi lavori.
Si parlerà del tentativo di distacco dal materialismo, affronteremo la quotidianità mettendola a confronto con una realtà "oggettiva" più alta, una realtà che intuiamo a fatica perché troppo presi dai dettagli della nostra esistenza, dimenticandoci che c'è un universo che continua a muoversi!
Insomma parleremo di cose che non capiamo… come tutti gli italiani.
 
Davide
Musicalmente avete raggiunto un’interessante fusione tra rock ed elettronica. Quali sono i riferimenti musicali nella vita e nell’opera degli Stanley Rubik?
 
Stanley Rubik
In realtà ascoltiamo un po' di tutto, in modo critico, ma tutto, dal brano più lontano al più vicino al nostro stile. Cerchiamo di imparare studiando i pregi di tutti i generi musicali.
 
Davide
Di chi sono la sceneggiatura e la regia del videoclip di “Pornografia” e a che tipo di “oscenità” alludete in questo brano e quindi nel video?
 
Stanley Rubik
Non ci sono oscenità nel video, tanto meno nella pornografia descritta nel nostro testo…se le considerassimo oscenità, dovremmo fare lo stesso con la masturbazione o con il sesso. Non è una denuncia all'industria del porno infatti, qui si parla delle morbosità umane che celano le nostre negatività, tra le quali spesso non vi è nemmeno un nesso!
Il video volutamente si serve di un'ambientazione e una tematica lontana dal mondo della pornografia proprio ad evidenziare un'ambigua ed erronea interpretazione del testo.
Sempre per rispondere alle tue domande: la regia è di Antonio Passavanti e la sceneggiatura è opera del nostro chitarrista, Gianluca.
 
Davide
Cosa c’è secondo voi di migliore sulla scena musicale romana in questo momento?
 
Stanley Rubik
Noi e i Kiss!
Scherzo non lo sappiamo e non sta a noi dirlo.
 
Davide
Com’è il vostro rapporto con l’Urbe? In che modo influisce sulla vostra musica, sui testi e sugli umori?
 
Stanley Rubik
Sicuramente influisce su i ritardi alle prove e ai soundcheck.
Beh direi bellissimo……noi ogni tanto prendiamo una macchina e ci infiliamo nel raccordo anulare verso le 19:00 per provare quella sensazione di distacco ultraterreno che si prova solo dopo 4 ore in fila sul G.R.A.
Il tutto ha inizio con una serie di visioni mistiche accompagnate da un mantra di parolacce! Si conclude con la calma più serafica mista a rassegnazione proprio quando sei a dieci metri dalla tua uscita del raccordo.
É un esperienza che consigliamo a tutti almeno una volta nella vita.
 
Davide
Prossimi obiettivi?
 
Stanley Rubik
Il quartier generale dei Transformer!
Scherzi a parte, registrare i prossimi brani e suonare su tanti altri palchi.

Davide
Goethe scrisse che il ritmo e, quindi per esteso la musica, ha qualcosa di magico e ci fa perfino credere che il sublime ci appartenga. Cos’è per voi?

Stanley Rubik
Comunque la musica per noi è la valvola di sfogo e il mezzo di espressione di noi stessi, come penso sia per molti musicisti. Sicuramente quel mezzo per tentare di sollevarsi e in certi casi risollevarsi! Quindi si, sicuramente ci avvicina ad una nostra piccola concezione di "sublime".
 
Davide
Grazie e… à suivre…

Stanley Rubik
Grazie a voi, di cuore.

 

Altri articoli correlati

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.