:: Home » Numeri » #214 » MUSICA » Insolita Musica su Radio Banda Larga
2013
12
Mag

Insolita Musica su Radio Banda Larga

media 4.5 dopo 2 voti
Commenti () - Page hits: 8100
radiobandalarga.jpg
 
Qualche anno fa condussi, qui su Kult Underground, una rubrica intitolata “Insolita Musica”, nella quale iniziavo a divulgare tante curiosità e stravaganze nel mondo della musica e del suono. Gli articoli, forse una trentina, ci sono ancora e ancora si possono leggere. Poi la sospesi perché, per quanto mi divertisse parlare di cose insolite nella musica, mancava qualcosa. Ora che ho avuto la possibilità di farne un programma radiofonico, posso dirvi cosa mancava esattamente: la possibilità di fare anche ascoltare la musica e i suoni di cui scrivere soltanto può dare un’idea, ma… qualcosa (di fondamentale) poi manca...
Non è da me, ma questa volta mi farò un po’ di promozione ma con poche e spero discrete righe per preannunciare l’inizio della trasmissione “Insolita Musica” mercoledì 15 maggio 2013 dalle 23 alle 24. Le puntate successive (dieci in tutto per ora poi si vedrà) avranno cadenza settimanale: quindi ogni mercoledì alla stessa ora. Avendo già registrato le prime cinque trasmissioni, vi metterò a disposizione anche un dettaglio dei programmi. Ma prima ringrazio Radio Banda Larga, una webradio che vi invito a conoscere in ogni caso.
Radio Banda Larga ha inoltre intrapreso un progetto per la realizzazione di alcune trasmissioni sul territorio, coinvolgendovi servizi educativi che lavorano con i diversamente abili, i quali sono stati protagonisti sia nelle vesti di ospiti, sia di conduttori. Una di queste si chiama “L’angolo giro” e verrà trasmessa a breve (tenete d’occhio i programmi…).
Radio Banda Larga (com’è scritto sul sito) organizza dal mese di settembre 2012 dei laboratori radiofonici rivolti a differenti target, concentrandosi in particolare su quelli contraddistinti da situazioni di disagio ed emarginazione sociale, come tossicodipendenti, disabili, immigrati e persone con disagi psichici. I laboratori sono strutturati in modo da permettere ad un numero sempre maggiore di persone di comunicare e di relazionarsi con il mondo attraverso il mezzo radiofonico.
I laboratori creativi, oltre che a facilitare il "fare radio", hanno lo scopo di sviluppare processi relazionali e di socializzazione. La radio è infatti un potente strumento comunicativo, dà la possibilità a chiunque lo desideri di esprimere contenuti della propria interiorità, gusti e idee personali, permettendo di creare un ponte tra il proprio mondo e quello esterno attraverso la musica.
Gli obiettivi principali sono quindi incentivare la capacità di espressione e di comunicazione dei partecipanti, costruire insieme ai soggetti coinvolti un programma radiofonico con proprie caratteristiche e realizzare un ciclo di trasmissioni con cadenza regolare che verranno trasmesse all’interno del palinsesto di Radio Banda Larga.
 
E un po’ di storia…
 
Radio Banda Larga è l'unica radio italiana le cui trasmissioni sono realizzate al di fuori delle mura degli studi radiofonici. Uscire dal chiuso delle sale di registrazione è emblema dell'apertura dell'iniziativa verso tutti coloro, privati e organizzazioni, che vogliono collaborare al progetto.
"Tutti possono fare la radio. Anche i dj!" è il nostro slogan, riadattato dalla celebre frase di Augusto Boal: "Tutti possono fare teatro, anche gli attori. Il teatro si può fare dappertutto, anche nei teatri". Nel Teatro dell'Oppresso il teatro era visto come una forma di educazione popolare e di rivoluzione sociale. Banda Larga porta avanti un concetto di radio intesa come strumento per migliorare la propria esistenza: esprimere se stessi a livello individuale e collettivo tramite la radio è una via per diventare cittadini consapevoli e attivi. Chiunque può ricercare, approfondire, confrontarsi con altre persone e infine proporre la propria trasmissione radiofonica attuando un prcesso di riappropriazione culturale.
Nel gennaio 2013 nasce l'Associazione Culturale Banda Larga, dopo quasi un anno di attività in qualità di progetto della s.c.s. Biloba, con l'intento di ampliare il raggio d'azione di Radio Banda Larga. Oltre a gestire il canale radio 24/7 l'Associazione si occupa di attività di coinvolgimento della popolazione e di formazione con il duplice intento di rafforzare la dimensione sociale di community propria del progetto e di creare opportunità lavorative per i propri soci.
 
 
Insolita Musica Il sunto delle prime cinque puntate
Insolita Musica non è la solita musica. Il suono, gli strumenti musicali e la musica dal flauto di Neanderthal a Suguro Goto, curiosando per il mondo tra stranezze e bellezze (semi)nascoste.
 
Prima puntata
 
ANTICO EGITTO
La tromba di Tutankhamon.
Il primo disco registrato, 1888. Il fonografo di Edison.
Marc Small Chamber Ensemble.
Giuseppe Verdi e l’Aida (bicentenario della nascita).
GRECIA ANTICA
Progetto ASTRA. Epigonion e phorminx.
Delphi – Sonokinetic.
La notazione musicale dell’Antica Grecia e i frammenti sopravvissuti.
Gregorio Paniagua – Atrium Musicae de Madrid (Anakrousis)
Ensemble De Organographia (Hypne Anax)
ROMA ANTICA
Synaulia (Pavor)
AZTECHI E SCIAMANESIMO
I whistles of death di Roberto Velazquez
Demetrio Stratos – O tzitzeras O mitzeras
PREISTORIA E UOMO DI NEANDERTHAL
Caverne sonore (Walter Maioli)
Stalacpipe Organ
Il flauto di Divje Babe
La voce dell’uomo di Neanderthal (Robert McCarthy)
MESOPOTAMIA
Neumi – Hurrian Hymn. La notazione cuneiforme su tavolette d’argilla.
Flauto d’argento e Lira di Ur
 
Seconda puntata
 
I QUATTRO ELEMENTI
Terra – Pietra
I Canti di Hurrian (sulle tavolette di argilla) – Ensemble de Organographia
Tom Kaufmann – Flintstones
Litofoni, dàn dà e African Music Rock
Silex piano e steinspiel
Musical stones of Skiddaw (Musical stones of Skiddaw players)
Peter Crosthwait e Joseph Richardson
Tushi Tsuchitori (Musical stones of Sanokaito)
Le dune che cantano
D. Riccio e M. Sanna – Blues per il Comandante Diavolo
Stéphane Douady ed esempi sonori
 
Il suono di Giove (registrazione NASA)
Didgeridoo
Canto armonico – Tuva
Bwindi Light Masks – Richy Ferrero
Huun-Huur-Tu e gruppo Vocale Angelite
Monaci del Monastero di Maitri Vihar
Lama Gyourme e Jean-Philippe Rykiel
Cherubic Hymn (Canto bizantino)
 
Terza puntata
 
I QUATTRO ELEMENTI
Aria
IOIOI (Neumi) – The wow! signal
The Wow! (Jerry R. Ehman) – Dr. Seti (Music for Maniacs blogspot)
SETI – Il suono del Big Bang
Pianeti: Io, Saturno, Nettuno, anelli di Urano, Plutone, Terra e Symphonies of the planets (NASA Voyager recordings)
Il suono dell’aurora boreale
Sferics, tweeks e whistlers
LA RADIO
Le onde corte – La psicofonia
David Sylvian & Holger Czukay (Premonition)
Onde corte – John Cage (4 minuti 33 secondi, Radio Music – Imaginary Landscape n. 4)
Jean Baptiste Thillaie Delabord – Clavicembalo elettrico
IL THEREMIN o l’etere che suona
Storia di Lev Thermen
Terpsitone
Theremin polifonico
Clara Rockmore e Peter Pringle
In sottofondo: Lydia Kavina e Davide Riccio (Da “Flatland”)
 
Quarta puntata
 
I QUATTRO ELEMENTI
Aria
Neumi – Leonora, Hildegard Von Bingen, Richard Souther
Art Whistling – Alessandro Alessandroni
Arrigo Boito (Mefistofele)
Kangling, fischietti preistorici e messapici, silbador
Il rombo
Beer bottle organ
Organi eolici (Vicente Lòpez, Argentina)
Colossi di Memnone, singing ringing tree, monumento a Sibelius
Plast-organ e come costruirsene
China Blue e la voce della Tour Eiffel
Bill Fontana
Arpe eolie
Associazione Ciel Libre
Le arpe eoliche di Didier Ferment
Studio nr. 1 op. 25 “Arpa eolia” di Chopin (Lang Lang)
Organo eolico di Quermanço di Salvador Dalì
Jan Garbarek (Dis)
Ward McCain  (The wind harp – Springsongs)
 
Quinta puntata
 
Jaw’s Harp – Lo scacciapensieri
Il Jimi Hendrix dello scacciapensieri: Quang Trang Hai (Viet Nam)
Aeolus e Play me I’m yours, installazioni sonore di Luke Jerram
Symphonic House
L’alea e i dadi musicali di Wolfgang Amadeus Mozart
Concerto per mandola, scacciapensieri e orchestra di Johann Georg Albrechtsberger
Esempi di scacciapensieri (Jaw’s Harp) da tutto il mondo: Murchunga (Nepal), Kubing (Filippine), Cambodian bamboo jaw’s harp (Cambogia), Morchang e morsing (India), Kou Xiang (Cina), Dan Moi (Vietnam).
The flowers of Edinburgh (Lindsay Porteous and friends)
 
L’ACQUA
Chaos Atlantic NOAA buoy 46059
Suoni intrauterini
Alfredo Tomatis e Rolando Benenzon
Suikinkutsu
Organi idraulici
Fontana dell’organo a Villa D’este – tivoli
Bubble organ di Aron Wendel
Sea Organ di Zadar
High Tide organ di Blackpool
Songs and sounds of the sea (National Geographic)
Yo La Tengo – The sounds of the sounds of science (The Sea Horse)
 
Le seguenti cinque puntate tratteranno ancora la musica e l’acqua e la musica e il fuoco, il regno vegetale e il regno animale, suoni e musica del corpo umano, l’elettronica dei primordi e, a concludere, l’outsider music.
Grazie e à suivre.

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 171 millisecondi