:: Home » Numeri » #130 » LETTERATURA » Attrazioni e distrazioni - Cesarina Bo
2006
1
Mag

Attrazioni e distrazioni - Cesarina Bo

media 3.17 dopo 1021 voti
Commenti () - Page hits: 4300

 

 

Letto oggi 3/04/2006, in Ceglie Messapica (BR)

 

Lavoro d'attrazione molecolare, giocato sull'inchiostro, con le parole chiamate a descrivere un'infinitesimale serie di solitudini; afferenti l'ambiente, la vita, il confine del reale, la matematica.

Infatti, la presente raccolta di racconti è divisa in sezioni, o miniraccolte, che vogliono indagare i tre rami dell'infinito "appena" riportati.

 

Il primo ramo, quello dei "Racconti d'ambiente", è composto da cinque testi descriventi, oltre che una precisa e precipua condizione umana, un luogo a quella "posizione" afferente, quasi simbiotico dell'anima del protagonista.

Il secondo ramo – "Racconti di vita" – sonda le escrescenze dell'umana antropologia occidentale; legata ad un ambiente prossimo allo scomparire sotto il peso d'un ricordo bruciante.

Il terzo ramo – "Racconti al confine del reale" – realizza un apparente sfrenarsi della fantasia (mondo) a discapito della presunta realtà (mondo). È qui che il tempo smette d'essere stasi in movimento e diventa funzione, teoria del movimento relativo.

Il quarto ramo – "Racconti matematici" – chiude il percorso conoscitivo della scrittrice e del lettore.

 

Nel complesso, un fluido kafkiano pervade l'opera, ma supera l'antico maestro ove, ma supera l'antico maestro ove la trasformazione dell'uomo e dell'ambiente è insita (in potenza, direbbe certa filosofia e certa biologia) negli stessi elementi, nelle molecole, e, ancor più, nell'atomo e, forse ancor prima, nell'allele infinitesimamente piccolo, microscopica componente dei corpi terrestri e celesti.

Anche questi ultimi, in forma di flora, rimarranno attaccati alla terra.

 

Sotto lo strato panta- filosofico- geometrico compare il tema del ricordo lacero- straziante; e il tema della solitudine. Il primo, attrazione del tellurico al globo; la seconda, carne trafitta e distrazione: in senso ragionieristico, storno; in senso mitologico, se non proprio mistico, fluttuazione.

La vita reca seco un sarcasmo concentrato, che fa pensare alla consistenza d'un composto di salsa, di quelli antichi fatti di pomodori cotti al sole e, non raramente, mangiucchiati dalle mosche.

Ed è una scrittura dal sapore antico, dagli illustri precedenti, che ha però la forza, del tutto originale, di capovolgere i tabù e di destare una meraviglia misurata, afona, quasi (e all'apparenza, prima facie) contrita, impotente e piena di basimento.

Una scrittura che navigando "lascia" una scia nelle pagine di altri contemporanei autori; mi riferisco a due in particolare: Giuseppe Aloe e Giovanni Di Muoio.

A chiusura v'invito quindi ad approfondire l'accanita favolistica di questi tre artisti, capaci di giocare con i propri lettori, attraverso un originalissimo innesto nella realtà della talea fantasmagorica.

EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE.

Cesarina Bo è nata nel 1956 in provincia di Torino ed ivi risiede. È insegnante di matematica..

 

Cesarina Bo "Attrazioni e distrazioni", ExCogita Editrice, Milano, 2004.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Monica Cito
Monica Cito è nata a Telese Terme (BN) nel 1972. Risiede a Ceglie Messapica (BR). Laureatasi in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari, ha conseguito l’abilitazione all’avvocatura. Membro del direttivo della sezione “Pinuccio Tatarella” di Alleanza Nazionale a Ceglie Messapica, ivi riveste la qualifica di Responsabile Cultura. Ha pubblicato il romanzo “Venere, io t’amerò” per i tipi della Giulio Perrone editore (Roma, 2005). Sue liriche sono presenti in qualificate antologie. Due e-books (l’antologia poetica “Dea della caccia” e la sua tesi di laurea “Le condotte pedofile”) sono pubblicati su: www.kultvirtualpress.com e scaricabili gratuitamente dall’apposita sezione. Ha prefato sillogi poetiche e romanzi. Collabora come critica letteraria alla rivista “Il Cavallo di Cavalcanti” (Azimut Editore, Roma), nonché su varie riviste on line (www.transfinito.net, www.kultunderground.org e www.kultvirtualpress.com ; www.lucidamente.com ) e cartacee (come il trimestrale “Sud-Est”, dove si occupa di editoria indipendente e cura il premio letterario “Storie a Mezzogiorno”). Non si è sottratta ad interventi di critica letteraria anche su giornali “dell’opposizione”. Suoi interventi di saggistica giuridica si trovano su www.diritto.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 194 millisecondi