:: Home » Numeri » #185 » LETTERATURA » Lucky Luciano - Mauro De Mauro
2010
29
Dic

Lucky Luciano - Mauro De Mauro

media 2.96 dopo 109 voti
Commenti () - Page hits: 5650

Pagg.174 Euro 13,00
Mursia Editore
 
Nei primi mesi del 1958 il giornalista de "L'Ora",  scomparso il 16 settembre del 1970 e mai ritrovato, e il boss mafioso si incontrarono diverse volte presso l'Hotel Sole di Palermo, ufficialmente per un servizio giornalistico. Pochi erano a conoscenza di questi incontri, ad eccezione del direttore del giornale palermitano Vittorio Nisticò, anche se De Mauro scrisse alcuni articoli sulla figura del boss.  Adesso, questi incontri e i relativi resoconti, grazie soprattutto a Elena Beninati e Beppe Benvenuto, sono diventati un libro nel quale il giornalista, vittima di una storia personale e pubblica certamente difficile e segnatamente complicata ( il rapimento di De Mauro è, ancora oggi, uno dei tanti misteri non risolti)  ricostruisce la storia di Salvatore Lucania, vero nome del boss, nato a Lercara Freddi, povero,  emigrato in America giovanissimo con la famiglia. Un uomo che si impone nel mondo della malavita, dal racket della prostituzione a quello degli stupefacenti, delle estorsioni,  fino a diventare l'erede di Al Capone. Un uomo, che sfugge ad una morte sicura, anche se il suo viso rimarrà deturpato  e, per questa sua fortuna, viene soprannominato "Luck". De Mauro lo descrive  affabile nei modi, elegantemente vestito, ma freddo, cinico, spietato, da non porsi problemi circa l'uccisione dei suoi nemici, come Murray Mark, freddato da un suo sicario perché aveva cercato di intromettersi  negli affari del Sindacato.  Amante della bella vita e delle belle donne, avrà una storia, durata otto anni, con la ballerina della Scala di Milano Igea Lissoni, intratterrà , in America, storie con due donne, molto importanti per lui, Nancy che salverà dalla prostituzione e Gay. L'aspetto storiografico  più interessante del libro è la collaborazione di Luciano con la Marina militare Americana, che si appresta ad entrare in Italia per liberare l'Italia dal fascismo. De Mauro ricostruisce, con documenti alla mano, basandosi soprattutto sugli scritti  di  alcuni giornalisti  americani, come  Sid Feder e Joachim Joesten,  i rapporti fra Luck e i vertici degli States. Una collaborazione che porterà Luciano, richiuso prima nel carcere di Clinton e, successivamente, in quello di Great Meadow, dopo avere subito una condanna dai 30 ai 50 anni, alla liberazione. Ritornerà  in Italia per approdare a Napoli  dove farà dell'hotel Turistico,  il suo quartiere generale  e da dove continuerà ad impartire ordini ai suoi uomini. Un boss di tutto rispetto, scrive De Mauro  abile e furbo, "il re del vizio",  anche se gli inquirenti americani lo avevano definito, in un rapporto, egoista e uomo dotato di una intelligenza mediocre. Per l'autore del libro, Luciano fu un mafioso particolare, dotato di un grande carisma, un uomo di poche parole, temuto e rispettato,   al di sopra delle parti, in quanto non si fidava né della vecchia, né della nuova mafia. Della vecchia perché non era all'altezza di gestire un compito delicato e complesso come il traffico degli  stupefacenti, della nuova, formatasi nel clima dell'intrallazzo del dopoguerra perché "tammurinara", suonatrice di tamburi, cioè troppo rumorosa , cioè poco riservata  e, non a caso, al suo ritorno in Italia, decise di soggiornare non a Palermo ma a Napoli, per essere distante dalle due mafie. Un personaggio che suscitò l'attenzione di De Mauro. Il libro contempla una intervista del fratello , il linguista Tullio De Mauro, il quale parla del fratello, del suo impegno civile e professionale e del rapporto fra i due.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 129 millisecondi