:: Home » Numeri » #203 » MUSICA » Intervista con Luca Urbani
2012
26
Giu

Intervista con Luca Urbani

media 5 dopo 2 voti
Commenti () - Page hits: 5800
 
 
Nato a Monza nel 1974, Luca Urbani forma nel 1994 i Soerba con quali pubblica nel '96 l'album d'esordio "Playback" prodotto da Morgan. Il disco contiene il singolo di successo "I am happy" e nel '99 i Soerba partecipano al Festival di Sanremo con "Noi non ci capiamo". Il duo si scioglie all'inizio del 2003 e nel 2004 Urbani pubblica per il progetto Deleyva l'album “Zerouno” su etichetta Mescal. Nel 2007 esce il primo disco solista di Luca Urbani dal titolo “Electrodomestico”. 
Catodico praticante svela la parte nascosta del progetto; come sempre accade, quando viene pubblicato un disco, ci sono tracce che vanno sacrificate in nome della lunghezza dell’album, della linea artistica predominante, del privilegio che in quel momento viene acquisito da un brano più che dall’altro.
Poi ci sono canzoni che nascono in un modo e si evolvono verso altri orizzonti; ma dopo un po’ ti rendi conto che anche con l’altro vestito facevano la loro porca figura. D’altronde, ogni canzone, per ogni autore – e Luca Urbani è di questa categoria un fantastico rappresentante – è un “piezz’ ‘e core” e come tale va trattato: ecco che nasce Catodico praticante.2, il sequel dell’album pubblicato da Discipline nel 2011.
 
A un anno di distanza dall'uscita di "Catodico praticante", Luca Urbani rimette mano al progetto pubblicando un nuovo album, "Catodico praticante 2", ideale seguito della sua ultima fatica in studio. Il disco contiene dodici canzoni, alcune inedite come "Controllare”, “I Media” e “Certamente”, altre riprese dal precedente disco "Locale tecnologico" uscito con il progetto Residui Urbani (le canzoni sono "Ammalarsi" e "Alla ricerca") e altre ancora già pubblicate in "Catodico praticante" come "L'illusione di un sogno", "Bruciare" e "Meglio" riproposte in versione demo o completa, mentre “Gira in continuazione” era uno dei tre inediti presenti nel cofanetto antologico”L’altra zona”di Garbo scritta a quattro mani con Luca Urbani.  "Catodico praticante 2" è disponibile solo in digitale e sarà in vendita nella versione deluxe all'indirizzo
versione completa, "Catodico praticante" volume 1 e 2, su iTunes.
 
 
Ufficio Stampa Bla Bla Bla
Manuela Longhi
 
TRACKLIST:
01. Controllare - INEDITO
02. Certamente (Minimal Demo Version) - INEDITO
03. I Media (Demo) - INEDITO
04. Ammalarsi (Locale Tecnologico Version)
05. Alla Ricerca (Locale Tecnologico Version)
06. L’Illusione di Un Sogno (Interlude)
07. Gira In Continuazione (Full Version)
08. Bruciare (Demo)
09. Meglio (Demo)
10. L’Illusione Di Un Sogno (Demo)
11. Catodico Praticante (Demo)
12. Tubo Catodico (TRACCIA FANTASMA)
Controllare – Il videoclip
           
Controllare – Il videoclip
 
 
 
Intervista
 
Davide
Ciao Luca. Un anno dopo CATODICO PRATICANTE 2 “svela la parte nascosta del progetto; come sempre accade, quando viene pubblicato un disco, ci sono tracce che vanno sacrificate in nome della lunghezza dell'album, della linea artistica predominante, del privilegio che in quel momento viene acquisito da un brano più che dall'altro”. L’impressione che ho da questa seconda parte nascosta di “Catodico Praticante” è che le tue canzoni suonino ancora più interessanti e (passami il termine) in un certo senso aristocratiche proprio se svincolate da una linea artistica o produttiva (o arrangiativa) predominante. È anche un elogio al minimalismo del demo?
 
Luca
Devo dire che per catodico praticante sono state scritte e arrangiate almeno una trentina di canzoni e quasi tutte con un filo conduttore che le univa: "LA TELEVISIONE"; poi come spesso accade ho dovuto fare una scelta.
In conclusione al lavoro, nell'album sono state messe 10 canzoni (4 sono degli strumentali).
Infine ho voluto pubblicare tutto il resto in due dischi diversi appunto "Residui Urbani.00" e "Catodico Praticante.2"
 
Davide
Chi ha suonato e variamente collaborato in queste versioni?
 
- Luca
È stato fatto tutto nel mio piccolo studio, in questi anni.
"Certamente" (Cover dei Madre Blu) è stata fatta come guida perché volevamo registrarla in studio insieme a Nicodemo e Raffaella De Stefano. Mentre "Gira In Continuazione" è stata prodotta da me insieme a Hellzapop.
 
Davide
Ti piace il termine “elettrocantautore”?
 
Luca
Mah, devo dire che non mi dispiace; alla fine continuo a fare musica elettronica e a scrivere delle canzoni… quindi direi che va bene :)
 
Davide
La lontananza rimpicciolisce gli oggetti all'occhio, li ingrandisce al pensiero (Arthur Schopenhauer). Raccontaci l’inedito “Controllare”… È una canzone sulla lontananza (ma pare anche sottintendere alle relazioni sociali e sentimentali pseudo - vicine e relative seduzioni “elettroniche” fino a farci perdere contatto con la realtà, con il vero…) e/o  cos’altro?
 
Luca
Parla si di lontananza e anche di solitudine… appartiene al mio ultimo periodo dove non so bene per quale motivo ma sto bene nella mia solitudine. Sostanzialmente sto bene da solo.
 
Davide
È vero che spesso componi usando, invece delle tastiere, una chitarra e un basso, che però hai dichiarato di non saper suonare? Perché?
 
Luca
Diciamo che tecnicamente sono carente in tutti gli strumenti, ma mi diverto molto a suonare strumenti diversi per avere diversi spunti da cui partire. Mi piace anche molto il suono ruvido che riesco ad ottenere. Ma la cosa che più mi piace è scrivere canzoni.
 
Davide
Più lontani si va e meno si apprende e meno ci si avvicina alla verità. Per questo l'uomo saggio non cammina e arriva, diceva Lao Tzu. È solo una delle molte versioni della famosa scritta all’entrata del tempio di Delfi: “Conosci te stesso”… Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei… Cosa cerchi in te e di te stesso attraverso la musica?
 
Luca
Sicuramente sto cercando "Dio" o quel qualcosa di indefinibile che muove le cose…
 
Davide
Tubo catodico”, l’altro inedito che chiude il tuo lavoro… Sei per i tubi a raggi catodici (meglio ancora se con i vecchi fascinosi valvoloni) o per i TV ultrapiatti? Ovvero, sei per un approccio romantico oppure razionale alla tecnologia?
 
Luca
Sono sempre stato per un approccio romantico. Non mi affeziono alle cose se funzionano perfettamente. Ho una bella collezione di computer mal funzionanti :)
 
Davide
La malinconia è la gioia di sentirsi tristi?
 
Luca
Direi proprio di si. Dal mio punto di vista la malinconia regala felicità.
 
Davide
Quali dischi hai ascoltato e amato di più ultimamente?
 
Luca
Valgono anche le ristampe? Eh Eh…
Devo dire che mi sono piaciuti tantissimo gli "I Like Trains" che ho visto live qui a Monza dopo un mio live.
Poi mi è piaciuto molto l'ultimo (forse il primo?) di Davide Ferrario "F" molto pop,  molto ben scritto.
 
Davide
A che punto è la Radio Attività che chiuderà la trilogia iniziata con Electrodomestico?
 
Luca
Momentaneamente accantonata… al momento sto lavorando a un progetto – diciamo - un po’ più rock, ma non dico altro per scaramanzia.
 
Davide
A Poirino nei pressi di Santena (Torino) è apparso in questi giorni un complesso (ed ennesimo) cerchio nel grano che raffigura il sistema solare nella via lattea entrare forse in contatto (o collisione) con quella che sembra la rappresentazione di Andromeda. Secondo gli esperti, che hanno rilevato alterazioni del campo elettromagnetico locale e che hanno esaminato l’immagine, la posizione dei pianeti nel pittogramma sembrerebbe corrispondere alla configurazione celeste del 21 dicembre 2012: la data della fine dal calendario Maya. In effetti è prevista una collisione galattica tra Andromeda e la Via Lattea, ma tra circa tre miliardi di anni… Cosa ne pensi di tutto questo bisogno sempre dietro l’angolo di “fine del mondo” o di “contatto” con delle civiltà aliene purché qualcosa cambi “deus ex machina”?
 
Luca
Gli alieni potremmo essere noi, e comunque non sto aspettando la fine del mondo. Non riesco certo ancora a godermi il momento e proietto tutto nel futuro… ma alla fine, a essere onesto, non ci penso affatto.
 
Davide
Alieni e Maya a parte, cosa verrà? Ci sono inoltre novità in arrivo dalla Discipline?
 
Luca
Ci vorremmo fermare per un periodo e riflettere su quello che abbiamo fatto e quello che potremmo o meno fare.
 
Davide
Grazie e à suivre…
 
Luca
Ciao…
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 180 millisecondi