KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Intervista ad Arianna Dall’Olio

4 min read

Intervista ad Arianna Dall’Olio
Vincitore Della Categoria Testo Giovanissimi

Cominciamo con il ringraziarti per aver partecipato al concorso e ti facciamo i complimenti per aver vinto nella tua categoria. Puoi presentarti dicendoci qualcosa di te?


Mi chiamo Arianna Dall’Olio, ho 16 anni e frequento il liceo linguistico di Mirandola (MO). I miei hobby… Beh, mi piace andare in palestra, e naturalmente, scrivere.

In che modo sei venuta a conoscenza di Holden?

Me ne ha parlato mio padre, che lavora a Modena. Non so dove ne abbia sentito parlare.

Lo avevi sentito nominare anche nelle precedenti manifestazioni?

No, è stata la prima volta che ne sentivo parlare.

E’ la prima volta che partecipi ad un concorso artistico?

Sì… beh no, veramente c’è stata quella volta alle medie quando io e alcune amiche abbiamo partecipato ad un concorso simile che aveva come tema S.Bernardino, con un brano che è stato premiato.

Allora sei abituata ad esperienze come questa…

(Ride) Si può dire di sì….

Cosa ti ha spinto a partecipare, e cosa a scegliere la sezione "testo"?

Devo dire che mi piace davvero molto scrivere, anche a scuola i temi sono ciò che preferisco, pertanto ho trovato naturale partecipare in quella sezione.

Tenendo conto della grande libertà del tema hai avuto difficoltà a trovare un soggetto che ti sembrasse interessante?

No, perchè avevo già iniziato a scrivere il racconto prima di sapere del concorso, anche se non era ancora concluso… Ho solo dovuto modificarlo e completarlo per poterlo presentare.

Era uno dei tanti lavori nel cassetto…

Esatto.

Nelle manifestazioni precedenti il tema era più rigido. Pensi che sia meglio o peggio avere più libertà
d’azione e perchè?


Veramente mi sembrava abbastanza definito anche il tema di questo concorso… Io penso che sia meglio avere la massima libertà di espressione.

Puoi raccontarci, se ce ne sono, dei retroscena sulla scelta del soggetto e sulla realizzazione dell’opera intera?

Per l’ambientazione mi sono ispirata ad un racconto di fantascienza ambientato nella preistoria che mi era piaciuto, anche ne non ricordo il titolo ne’ l’autore… Poi posso dire che a me non piace molto la carne, e così mi è venuta l’ispirazione per il resto…

Cosa ti aspettavi che facessero gli altri concorrenti? Il tema libero non ti ha forse consentito troppo di prevedere con chi andavi a "gareggiare"… ma è stato comunque un pensiero che hai avuto (quello di "confrontarti" con altre opere) o hai semplicemente dato sfogo ad un tuo estro artistico?

Sì, ho pensato al confronto con gli altri partecipanti: ero convinta che gran parte delle opere avrebbero trattato il solito tema dell’amore, e quindi ho voluto realizzare qualcosa che si discostasse dai soliti argomenti. Devo dire però che, una volta lette, le altre opere in concorso non erano per niente come me le aspettavo!

Comunque alla fine la tua strategia è stata premiata…

Sì, non mi posso lamentare!

Hai usato il computer per realizzare la tua opera?

No, perchè non ho il computer! Mio fratello ne aveva uno, ma ora si è sposato e non vive più assieme a noi… Anche il CD-ROM con le opere in concorso l’ho consultato a casa sua.

Ora che hai vinto il concorso potresti chiedere in regalo un computer ai tuoi genitori…

(Ride), Infatti…

Cosa ne pensi del premio (per tutti) della presenza su 8000 CD Rom che verranno distribuiti in tutta Italia?

Innanzitutto l’idea di pubblicare su CD-ROM i lavori presentati è molto bella perchè così tutti possono accedervi.. Grazie al CD-ROM ho potuto leggere tutte le opere in concorso. Anche il fatto che avranno una così ampia diffusione mi fa molto felice.

Come ti è sembrata la premiazione? Cosa ne hai pensato dell’esposizione e/o lettura delle opere?

Purtroppo non ho potuto essere presente alla premiazione perchè in quei giorni mi trovavo al mare. Al mio posto era presente mio padre, che è rimasto favorevolmente colpito, soprattutto dalla recitazione delle opere da parte dei due attori di teatro.

Che cosa ti è sembrato difettoso o carente nell’organizzazione del concorso?

Assolutamente nulla direi, anzi… Particolarmente buona l’idea delle tre sezioni.

Avevi mai sentito parlare di KULT Underground?

No.

Conosci altre riviste multimediali?

No.

Cosa ne pensi delle pubblicazioni amatoriali?


Non ho molta esperienza nel settore… ma sicuramente qualcosa che permetta alle persone di esprimersi non può che essere positivo.

Pensi che parteciperesti ad una prossima manifestazione legata ad Holden?

Visto l’esito di quest’anno, direi proprio di sì!

Che tema ti piacerebbe avesse questa prossima manifestazione?

Il tema più libero possibile… Che consenta di spaziare con la fantasia e di staccare dalla quotidianità dei soliti argomenti.

Siamo in chiusura… Grazie della tua disponibilità e complimenti ancora per il risultato ottenuto.

Grazie a voi… Ciao!

Massimo Borri

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.