KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Country Life 2000

2 min read

Country Life 2000

Si è aperta ieri, sabato 2 dicembre, presso il Quartiere Fieristico di Modena Esposizioni, la tradizionale mostra-mercato del vivere country, giunta quest’anno all’ottava edizione.
La manifestazione, come forse molti di voi sapranno, si rivolge a tutti coloro che amano uno stile di vita naturale, a contatto con il verde – e infatti la scenografia è un tripudio di prati, angoli d’erba, ruscelli -, a coloro che preferiscono, almeno per un giorno, l’artigianato e le prelibatezze regionali all’ hightech: e sono molti, a giudicare dal successo di Country Life, che l’anno scorso è stata visitata da ben 80.000 persone.
Come tutti gli anni, moltissimi sono gli espositori: ben 250, divisi per aree tematiche, in un percorso che parte dall’oggettistica, da proposte di arredo per la casa, di accessori per la persona – manufatti semplici e ricchi di fascino, come i patchwork, i quadri in stile inglese, le bambole di pezza -, passando per i padiglioni dedicati alla bioarchitettura, per giungere al Borgo degli Antichi Sapori, in cui è possibile assaggiare specialità regionali, sapori rustici come il lardo di Colonnata, il salume calabrese, il vero pesto genovese, e perfino un campione di prodotti austriaci…
Un’attrazione di quest’anno è l’Eco Villaggio, un’intera area dedicata alla bioedilizia, in cui si possono visitare due case realizzate secondo i principi dell’architettura "naturale"; molto particolare poi è la "piscina ecologica", che si autodepura grazie al lavoro di piante, microrganismi e speciali materiali inerti (l’aspetto, devo dire, richiama un po’ quello di una palude di campagna…)
Tra gli stand di artigianato, da segnalare i particolari "trompe l’oil" realizzati su vassoi di legno, e i bellissimi "sassi d’autore", suggestivi animali dipinti su pietre di fiume.
Anche quest’anno è poi presente un padiglione dedicato al golf, con maestri a disposizione per una prima lezione; moltissimi sono anche i corsi proposti, dal decoupage, al patchwork, al quilting, di varie tecniche di decorazione, utili anche per realizzare originali regali natalizi…e a questo proposito, quale occasione migliore del Country Life per mettersi un po’ avanti con gli acquisti per le feste?
Anche quest’anno, la manifestazione può dirsi riuscita, piacevole e ben curata: peccato però per l’assenza del paese ospite (ricordate? l’anno scorso era la Spagna, rappresentata da stand di prodotti tipici, l’anno prima l’America presente con suggestive ambientazioni), e per il tono forse più dimesso e meno ricco di altri anni.
Consiglio comunque una visita, anche se il biglietto d’ingresso è forse un po’ caro (20.000 £ intero, 15.000 £ il ridotto). Ricordo che la mostra durerà fino al 10 dicembre, con questi orari di apertura: dal lunedì al giovedì, ore 16-23; venerdì e sabato, ore 10-23; domenica, ore 10-20. Per maggiori informazioni, rimando al sito ufficiale, www.countrylife.it, o al numero di telefono della ditta organizzatrice Tolomeo srl, 059/469907.
Arrivederci a tutti, e buona immersione nell’atmosfera natalizia…

Lorenza Ceriati

Altri articoli correlati

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.