KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Country Life 1999

3 min read

Country Life 1999

Si sta svolgendo in questi giorni (dal 27 novembre al 5 dicembre, con orari: lunedì-venerdì ore16/23, sabato ore 10/23, domenica ore 10/20), presso il Quartiere Fieristico Modena Esposizioni, la tradizionale mostra-mercato del vivere country.
Questa simpatica manifestazione, come probabilmente molti di voi sapranno, propone un tipo di consumo "diverso", destinato a chi ama la vita all’aria aperta, la campagna, gli oggetti semplici e artigianali, le prelibatezze culinarie di vecchio stile: un mondo di colori e sapori che, anche solo per un giorno, sembra attirare molti, a giudicare dalla folla di visitatori alla domenica pomeriggio.
Il tema di quest’anno è la mountain bike, a cui Country Life ha dedicato un vero tracciato di gara, inaugurato nientemeno che dalla graziosissima Paola Pezzo, presente sabato 27 e domenica 29 insieme a un nutrito team di cicliste; il prossimo week-end sarà la volta degli uomini, con i campioni del mondo Hubert Palhuber, Dario Acquaroli e Marco Bui, accompagnati da un gruppo di atleti. Ma la manifestazione non dimentica nemmeno i più pigri: un intero padiglione è dedicato alla bicicletta elettrica, il mezzo di trasporto ecologico per eccellenza, ancora pochissimo diffuso per i suoi alti costi.
Un altro sport rappresentato è il golf: una buca di quaranta metri ricostruita con erba, sabbia e piante, e giocatori professionisti del club modenese, sono a disposizione di chiunque voglia cimentarsi con mazza e palline.
Niente come questa raffinata attività sportiva evoca l’immagine di prati impeccabili, di verde ben curato: e Country Life ha allestito tre laboratori botanici (l’angolo della potatura, il giardino d’inverno e l’orto delle erbe botaniche e medicinali) con esperti giardinieri che vi spiegano come diventare dei veri pollici verdi.
Per chi preferisce invece la casa al giardino, la mostra propone corsi di rakam, di ricamo, di patchwork, di quilt americano, di decoupage: moltissimi sono gli espositori di prodotti ottenuti con queste tecniche, oggetti per la casa, grembiuli, tappetini di tipo inglese, animaletti decorati, vere "idee da regalo" che ricordano le "buone cose di pessimo gusto" cantate da Gozzano (è il loro fascino!)
Il paese ospite quest’anno è la Spagna, rappresentata da oggetti tipici e stand gastronomici (vino catalano, prosciutto, tonno del Cantabrico). Un’altra collaborazione importante è quella di Casaviva, che con "Eco-House" presenta i vantaggi della casa ecologica.
A proposito di casa, molte le ambientazioni, rustiche e colorate, create per la mostra.
Se niente di tutto questo vi interessa, potete sempre consolarvi con gli assaggi offerti dai vari espositori: formaggi, crostini di crema di porcini, aceto balsamico, salamino, limoncello, frittata (una novità di quest’anno).
Sono arrivata alla fine, e probabilmente avrò dimenticato qualcosa: per informazioni più esaurienti rimando al catalogo ufficiale, che contiene tutti gli indirizzi.
Nel complesso la manifestazione appare piacevole e ben riuscita, anche se si notano significative assenze, come il padiglione dei prodotti inglesi con il mitico the; il settore dedicato alla fauna modenese è poi molto scarno, schiacciato forse dall’abbondanza delle offerte presenti.
Inoltre, il prezzo ufficiale del biglietto d’entrata, 20.000 £, sembra troppo elevato, considerato che all’interno della mostra le occasioni per spendere non sono poche; ci sono però molti buoni sconto offerti dal quotidiano locale.
Non mi resta che augurarvi una buona giornata nel clima natalizio del Country Life, e naturalmente, Buon Natale e Buon Anno Nuovo…

Lorenza Ceriati

Altri articoli correlati

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.