:: Home » Numeri » #57 » SCACCHI » Cyberchess
1999
25
Ott

Cyberchess

Commenti () - Page hits: 3000
Cyberchess

Amiche lettrici e amici scacchisti ben ritrovati nel consueto appuntamento con il mondo delle 64 caselle su KULT. Più che mai consueto anche in questo ottobre, che come ogni anno è particolarmente ricco di appuntamenti per la redazione della rivista, dato che Cyberchess accompagna KULT da 5 anni.
Cinque anni di soddisfazioni, di scelte coraggiose e importanti collaborazioni.
Per quanto riguarda il nostro quinto compleanno vi rimando comunque all'editoriale sapientemente scritto da Marco circa i ritrovi, le iniziative ecc.
Prima di chiudere la prefazione mi sento in ogni caso di dire che questa rubrica è ormai nella storia di KULT ed ha raggiunto un traguardo importante arrivando al quinto anno "concorrendo" con numerose e organizzatissime pagine di INTERNET, riviste più o meno costose e più o meno colorate e programmi/database sempre più competitivi ecc. Nel mio piccolo spero alla fine di aver portato gli scacchi anche a qualcuno non "del settore" parlandone concisamente nelle salienti novità del mese.
Difficile dire se questa rubrica sia ormai destinata a segnare il passo, siamo sempre e comunque disponibili ad accettare critiche e suggerimenti.
Rimandiamo ad ogni modo qualsiasi decisione sul futuro di "cyberchess" al prossimo mese e diamo inizio alle danze ed ai festeggiamenti con le novità dal mondo che meritano un occhio di riguardo.
La FIDE, con cui non ho mai parlato con toni caustici, ha due finalisti per il campionato mondiale:
AKOPIAN e KHALIFMAN. Per il mondo sono 2 perfetti sconosciuti ma sono 2 forti grandi maestri.
La "vergogna" di questa cosa è che chiunque sia il campione del mondo noi tutti sapremo che adesso non rientra nei primi trenta, e sottolineo trenta, più forti giocatori del globo. Non è questione di formula questa volta perché nessuno dei 2 contendenti (ELO2646 e 2628) ha mai visto in torneo (neppure in fotografia) Garry Kasparov (ELO 2851!!!) ad altri fenomeni di alta classifica. Pensandoci non appare questa una cosa seria per un campionato del mondo. Perchè, a questo punto non abolire polemicamente il campionato del mondo e dichiarare vincitore colui con l'ELO più alto? Mi spiace veramente perchè come sempre vi sono dietro problemi economici ma ormai la FIDE perde di credibilità perchè il campione mondiale non si può più chiamare tale.
Nota di merito, cambiando discorso, per Peter Leko che si è imposto a sorpresa, davanti a GM come Kramnik, Karpov, Anand, Adams, Sokolov, Topalov e Timman citati in ordine di arrivo, a Dortmund.
Questa volta una segnalazione: cercate se potete su Internet (eventualmente sul sito di Torre e Cavallo) le partite nel recente "Torneo dei giganti" di Francoforte, troverete vittorie esaltanti sia di Fritz6 che di Kasparov. Il sopraccitato Leko si è comunque comportato molto bene.
Dall'Italia abbiamo invece da segnalare i principali tornei che si terranno di qui a poco sulla nostra penisola: a Magenta (MI) dal 25 al 28 si terranno un open FIDE e un open FSI, altro Festival Internazionale dall'11 al 19 dicembre a Padova; per gli amici del sud consigliamo 30-31 ottobre e 1/11 il festival weekend di Potenza.
Come ultima notizia vi comunichiamo il "podio" ELO Italia:
Godena M.
2542
Bellini F.
2464
Braga F.
2457
seguiti da vicino da Arlandi ed Efimov.
Sperando di aver soddisfatto qualche curiosità vi auguriamo buon proseguimento di lettura.

Federico Malavasi
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Federico Malavasi

Federico Malavasi, perito chimico, lavora come tecnico galvanico. Giocatore di scacchi cat. 2N. Redattore dalla fondazione di KULT si occupa di PR.


MAIL: federico@kultunderground.org
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 180 millisecondi