:: Home » Numeri » #91 » LETTERATURA » Midnight hour for Charlie Bone
2002
25
Nov

Midnight hour for Charlie Bone

Commenti () - Page hits: 2900
Midnight hour for Charlie Bone
Jenny Nimmo
Egmont Book Ltd


Se Henry Potter vi ha fatto impazzire e non riuscite ad aspettare che la signora Rowling finisca il quinto libro della serie, e non trovate sollievo nel tanto decantato Artemis Fowl, il libro che fa per voi - a patto che accettiate di leggerlo in inglese - è Midnight Hour for Charlie Bone.

Charlie è un ragazzino di dieci anni che vive con la mamma, la nonna materna, quella paterna e uno strano zio chiamato Paton. Un giorno mentre cerca di fare un regalo per il suo amico Benjamin per errore tocca una foto in cui un uomo ha in braccio una bambina e si accorge che è in grado di sentire voci angoscianti provenire dall'immagine.
Da quel momento in poi tutto intorno a lui comincia a diventare strano e terribilmente pericoloso. Scopre che la sua famiglia (da parte di padre) ha degli strani poteri e non stavano aspettando altre che verificare se lui aveva un qualche dono per spedirlo alla Bloor's Academy (scuola per geni e per persone "speciali"), che probabilmente la morte di suo padre (colpevole di avere sposato una donna normale) non è stata accidentale e che qualcosa di estremamente spiacevole è capitato alla bambina nella foto.
E così, mentre è costretto ad ambientarsi in una nuova e severa scuola, inizia una strana lotta senza quartiere contro una parte degli adulti che lo circondano (la maggior parte tra l'altro suoi parenti) aiutato solo da pochi amici e da qualche "grande" che ha il coraggio di opporsi alla potente famiglia Yewbeams.
La tensione che scorre tra le pagine, il senso di essere un bambino povero contro forze di cui non si capiscono i limiti, l'incapacità di prevedere cosa sta per capitare, i tradimenti e i pericoli mortali in mezzo a cui Charlie si trova continuamente rendono questo libro particolarmente affascinante. E anche lo stile, assolutamente adatto per un bambino, ma godibilissimo anche per un adulto, non fanno pensare alle varie similitudini con Henry Potter come un continuo deja-vu, ma come tratti di un immaginario comune che si può benissimo accettare.
Tutti i personaggi, infine, sono ben caratterizzati e la psicologia di alcuni va molto oltre al semplice essere uno dei buoni o uno dei cattivi, e questo, unito ad alcune scene particolarmente ben delineate, portano sicuramente questo libro tra quelli che non si devono perdere se si apprezza questo genere di letteratura.

Marco Giorgini
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Marco Giorgini
Marco Giorgini è nato a Modena il 21 Agosto 1971 e lavora come responsabile del settore R&D in una delle più importanti software house italiane che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina la rivista culturale KULT Underground e dal 1996 la casa editrice virtuale KULT Virtual Press; ha tenuto conferenze, e contribuito ad organizzare mostre e concorsi letterari, tra cui ''Il sogno di Holden''. Da marzo 2005 è autore di una striscia a fumetti sul mondo degli esordienti chiamata Kurt.
MAIL: marco@kultunderground.org
WEB:
www.kurtcomics.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 211 millisecondi