:: Home » Numeri » #88 » HOLDEN » Intervista a Paolo Perliti
2002
25
Lug

Intervista a Paolo Perliti

Commenti () - Page hits: 3850
Intervista a Paolo Perliti

Cominciamo con il ringraziarti per aver partecipato al concorso e ti facciamo i complimenti per aver vinto nella tua categoria. Puoi presentarti dicendoci qualcosa di te?


Allora, ho 28 anni, sono laureato in Ingegneria Informatica all'Università di Modena, quindi il computer lo conosco bene… Negli ultimi anni ho sviluppato questa passione per la grafica, ovviamente anche su computer.
Ho l'hobby della scrittura, collaboro infatti con una rivista letteraria, "Inchiostro",, per cui ho realizzato anche il sito internet. Tra le mie letture preferite ci sono Stephen King, Aghata Christie, Stefano Beni e Lucarelli.

In che modo sei venuto a conoscenza di Holden?

Ho letto del concorso su volantini in biblioteca.

Lo avevi sentito nominare anche nelle precedenti manifestazioni?

Sì.

E' la prima volta che partecipi ad un concorso artistico?

Per la grafica sì… Ho comunque partecipato a concorsi di letteratura a livello nazionale, tra cui qualche anno fa al Premio Lovecraft in cui ho ottenuto una segnalazione della giuria.

Cosa ti ha spinto a partecipare, e cosa a scegliere la sezione "grafica"?

La decisione di partecipare è stata abbastanza casuale; era un momento tranquillo. A dire la verità avrei voluto partecipare con un'opera di narrativa, ma avendo saputo del concorso solo una settimana prima della scadenza, ho scelto la grafica anche per motivi di tempo. Naturalmente anche perché mi piace! Inoltre mentre per la letteratura ci sono parecchi concorsi, per la grafica sono molto più rari.

Tenendo conto della grande libertà del tema hai avuto difficoltà a trovare un soggetto che ti sembrasse interessante?

No, non ho avuto particolari difficoltà… Proprio per la libertà del soggetto, ci poteva cadere dentro di tutto…

Nelle manifestazioni precedenti il tema era più rigido. Pensi che sia meglio o peggio avere più libertà
d'azione e perchè?


Dipende, lasciare più scelta secondo me è la cosa migliore, ma aumenta il rischio di trovarsi delle opere fuori tema… D'altra parte con un tema più rigido arriverebbero sicuramente un minor numero di elaborati.

Puoi raccontarci, se ce ne sono, dei retroscena sulla scelta del soggetto e sulla realizzazione dell'opera intera?

Non c'è molto da dire, se non che ho usato un programma di fotoritocco per elaborare una la foto di partenza (che già avevo)… Il resto lo ha fatto la fantasia.

Cosa ti aspettavi che facessero gli altri concorrenti? Il tema libero non ti ha forse consentito troppo di prevedere con chi andavi a "gareggiare"... ma è stato comunque un pensiero che hai avuto (quello di "confrontarti" con altre opere) o hai semplicemente dato sfogo ad un tuo estro artistico?

No, non avevo in mente la competizione… Qualche mese fa un mio elaborato grafico è stato pubblicato su una nota rivista di settore, e subito dopo un sito internet legato alla grafica mi ha contattato e mi ha pubblicato sul web una decina di opere… tutto questo mi ha galvanizzato, e dato una ulteriore motivazione per partecipare anche al concorso di Holden.

Un vero e proprio periodo d'oro…

Infatti!

Cosa ne pensi del premio (per tutti) della presenza su 8000 CD Rom che verranno distribuiti in tutta Italia?

Una iniziativa molto buona davvero, ho visto il CD dell'edizione 2000 del concorso ed era molto bello.

Come ti è sembrata la premiazione? Cosa ne hai pensato dell'esposizione e/o lettura delle opere?
Veramente carina, mi è piaciuta molto. Sono rimasto sorpreso anche dal livello tecnico della presentazione, non me al aspettavo così professionale, molto bella.

Che cosa ti è sembrato difettoso o carente nell'organizzazione del concorso?

Assolutamente nulla, anzi!

Avevi mai sentito parlare di KULT Underground?

Sì, anche se prima d'ora non avevo avuto occasione di approfondirne la conoscenza.

Conosci altre riviste multimediali?

Beh, non per fare pubblicità, ma vorrei citare ancora una volta la rivista Inchiostro e relativo sito internet (da me curato) …

Pensi che parteciperesti ad una prossima manifestazione legata ad Holden?


Sì, penso proprio di sì.

Che tema ti piacerebbe avesse questa prossima manifestazione?

Così su due piedi non mi viene in mente nulla… Non so, forse qualcosa legato alla tecnologia.

Siamo in chiusura... Grazie della tua disponibilità e complimenti ancora per il risultato ottenuto.

Grazie a voi!

Massimo Borri
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Massimo Borri
Massimo Borri, nato il 6 marzo 1971, diplomato alla Scuola di Informatica dell’Università di Modena, attualmente lavora come referente informatico per la stessa università, presso il Dipartimento di Chirurgia della facoltà di Medicina. Si occupa principalmente di fotografia, video editing e grafica 2D e 3D (con Blender 3D), oltre che di consulenza informatica a tutto campo. Innamorato profondamente del Giappone e di tutti gli aspetti della sua cultura, ha come hobby lo studio della lingua giapponese. Adora il gioco del Go con cui cimenta regolarmente assieme agli amici del Go Club del Tortellino. Ama il blues e il rock anni ’70, leggere e disegnare fumetti, il cinema e la letteratura di fantascienza, i giochi di ruolo. Ha scoperto nei libri di Thich Nhat Hanh il volto umano del buddhismo. Si interessa di filosofie orientali, arti marziali (ha praticato karate, taijiquan, kali) e in generale di tutto ciò che porta equilibrio e serenità. Per KULT ha curato in passato le sezioni dedicate a fumetti e animazione giapponesi e alla lingua del sol levante; attualmente scrive recensioni di applicazioni per Ipad.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 196 millisecondi