:: Home » Numeri » #112 » MUSICA » Orchestra - The Servant
2004
25
Ott

Orchestra - The Servant

Commenti () - Page hits: 4050
Orchestra
(The Servant)

Dan Black, voce dei Planet Funk in canzoni come "The Switch", parlava da tempo della sua intenzione di seguire la sua vocazione pop-rock. Il suo progetto, The Servant, ha portato alla nascita dell'album omonimo che dimostra quanto Black sia poliedrico : passare dai Planet Funk a un prodotto come questo non è da tutti!
Un album molto particolare per accostamenti di suoni e stili.
Orchestra, il primo singolo estratto, presenta già molto bene l'opera : infatti il prodotto che abbiamo per le mani è costellato di suoni e distorsioni unici, che ricordano atmosfere indiane o Brit Pop (Kula Shaker o alcuni pezzi degli Oasis).
Black in quest'opera presenta per l'ennesima volta un uso della voce originale, forzando i suoi toni per ottenere effetti psichedelici in alcuni momenti, aggressivi in altri, creando un'amalgama eccezionale con il sottofondo di campionature e chitarre distorte, entrambe ossessive quanto basta per non stancare. La voce di Dan Black è la vera protagonista di questo disco e lo sostiene magistralmente in ogni traccia. Basta sentire due canzoni diverse come Liquefy e Orchestra per rendersi conto di come il britannico ci sappia fare!
A mio parere si tratta di un disco da ascoltare per la ricerca di suoni originali, per la cura con cui è stato confezionato dall'abile Dan. Consigliato sicuramente a chi apprezza il brit-pop ma vuole sentire qualcosa di nuovo.

Tracklist
1. cells
2. beautiful thing
3. liquefy
4. body
5. devil
6. orchestra
7. i can walk in your mind
8. not scared, terrified
9. jesus says
10. get down
11. glowing logos

Simone Bonetti
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simone Bonetti
Nato nel lontano 5 maggio 1977, il prode Bonetti si destreggia tra le campagne di Spilamberto e le incursioni nella ''metropoli'' Modena. Si crea una cultura fumettistica già da bambino, quando legge quintali e quintali di Topolino ereditati dai genitori. Percorso che si evolve fino a portarlo a leggere Garth Ennis colo suo ''Punitore''. Appassionato di libri di ogni genere, si fa portabandiera del genere fantasy soprattutto dopo l'inizio della sua ormai quindicinale esperienza di giocatore diruolo, con la mitica edizione di ''Dungeons & Dragons'' della Editrice Giochi.

La sua vita ha sempre avuto una colonna sonora, se il primo walkman si distrusse passando pezzi di Battiato, il secondo andò in frantumi con AC DC e Iron Maiden . Ha cercato di avere una cultura musicale discretamente vasta e variegata, grazie soprattutto alla sua insaziabile curiosità, ad alcuni amici (Grazie Cesare! Grazie Stefano!) ed all'interesse per le manifestazioni che chiamano in causa gruppi locali. Recentemente ha partecipato all'iniziativa ''Fresh'' dell'Unione Terre di Castelli. Di professione è un chimico tecnico dell'ambiente e della sicurezza che lavora in ceramica. Grande appassionato di basket ed hockey.

 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 158 millisecondi