:: Home » Numeri » #96 » COMPUTER » Rayman 3
2003
25
Apr

Rayman 3

Commenti () - Page hits: 4400
Finalmente dopo lunga attesa, ho fra le mani

Rayman3

Innanzittutto ringraziamo il nostro contatto a Ubisoft Italia (grazie Stefano) per averci inviato la copia di tale gioco per PS2, per questa recensione. E per una volta lasciatemelo dire, ma Ubisoft e il team di sviluppo hanno svolto un lavoro fantastico.
Vi consiglio di smettere di leggere e correre ad acquistarlo, altrimenti proseguite pure, mi ci vorrà poco per convincervi.

Il gioco inizia con una bella fila di mutande stese. Il solito menù di selezione della lingua, in ottica rayman. Dopo una presentazione tutto ritmo dove ci vengono mostrate sequenze di gioco, entriamo nel vivo della storia. Troviamo il nostro Rayman che si riposa nella foresta in compagnia del suo amico Goblox, un hoodlum di nome Andrè che si mette in testa di conquistare il mondo ed indovinate a chi toccherà fermarlo, ovviamente a noi. Come se non bastasse il nostro amico Goblox si prende le nostre mani, nel vero senso della parola, quindi prima di salvare il mondo, dovremmo recuperarle.

Ed eccoci alle prese con il nostro tutorial. Qui incontriamo un'altro personaggio a dir poco esilarante: Murphy. Che ci guiderà nell'apprendere le varie mosse, prendendosi gioco di noi con frasi del tipo "Ma hai mai giocato ad un videogioco !?" o avendo battibecchi con il manuale "C'è gente che viene pagata per scrivere questi manuali" o con lo stesso team di sviluppo. Tutto questo ci proietta al primo livello con lo spirito giusto e ci toglie quel senso di noia tipico dei tutorial.

All'inizio ovviamente gli scontri e le ambientazioni sono semplici questo per agevolare il giocatore ad impratichirsi con le mosse, gestire le visuali e gli oggetti.

Ora non vorrei star qui a raccontarvi ogni singolo livello, ogni singolo dettaglio, ecc., ma vorrei annotare quelle caratteristiche del gioco che mi hanno colpito man mano che avanzavo fra i vari livelli.

Inizio con il parlare delle ambientazioni, veramente ben fatte, definite, curate nei particolari. Non si è cercato di mettere il più alto numero di poligoni in movimento mai visti, ma di seguire il motto "pochi ma buoni". Infatti a volte si rischia di non capire bene se ci muoviamo in un filmato o nel gioco.
Cito come esempio la sequenza dove Rayman deve arrampicarsi in cima ad una torre trasparente.
Uno tra gli effetti e degli ambienti più belli che abbia mai visto. Infatti giunti sulla sommità se abbassate lo sguardo vi sembrerà di fluttuare nel nulla. In ogni livello sono disseminati dei bonus da raccogliere per acquistare punti (che sbloccalo livelli nascosti) o ricaricarvi di energia vitale.
Inoltre trovate delle gabbie contenenti "degli elfi" che vi ringrazieranno per averli liberati donandovi pietre preziose, travestimenti bonus (che approfondiamo più avanti), aprendo porte segrete o distraendo i nemici per darvi la possibilità di proseguire nel livello.
Il percorso da seguire all'interno degli ambiente per superare il livello non è mai scontato, in questo modo ci troveremo a muoverci tra passaggi e porte, alla ricerca di meccanismi da attivare o cunicoli nascosti dove poter passare e non vi capiterà mai di trovarvi in un punto e non saper come proseguire, basta una rapida occhiata in torno, un minimo di riflessione, ed ecco presentarsi la soluzione.

Il sonoro è molto carino e si adatta ad ogni situazione di gioco, se incontro un mostro di fine livello avrò un tipo di ritmo, se sono in uno scontro ne avrò un'altro, ecc. Tutto questo crea la giusta atmosfera e coinvolge ancor più il giocatore. Una nota particolare merita lo scontro con la strega intorno al pentolone dove bolle la pozione che rimpicciolisce. È accattivante sentire la musica velocizzarsi o rallentare a seconda della velocità con cui cerca di prenderci la strega e quando ci rimpicciolisce anche la musica si rimpicciolisce, veramente carino. Poi durante le fasi di trasferimento da un livello all'altro ci troveremo immersi un vero sound tipo "febbre del sabato sera", giusto per dare un po' di ritmo che non guasta mai. La musica di sottofondo ci accompagna sempre senza mai essere noiosa o ripetitiva.

L'iterazione con gli oggetti o i nemici è facilitata da un puntatore. Se per es. mi avvicino ad un nemico viene evidenziato da un cerchietto rosso e da una freccia. In questo modo se lancio un pugno so di preciso cosa colpisco. Questo mi è molto utile quando mi vengono incontro più nemici contemporaneamente. Stesso discorso vale quando devo prendere o colpire oggetti o quando devo aggrapparmi. Posso agire sia con alcuni oggetti, come salvadanai pieni di bonus o anche con tartarughe e simili. Attenzione: se per caso colpite una tartaruga state attenti perché chiamerà la polizia o vi insulterà reclamando la sua liberta. Fatta la giusta pratica, questo metodo a puntatore si rileverà molto utile, anche per scoprire bonus nascosti o come attivare certi meccanismi. Tutto molto intuitivo e semplice.

Rayman ha tutta una serie di travestimenti che corrispondo ad altrettante armi o facoltà bonus.
Infatti durante il gioco si incontrano o ci vengono donati, delle specie di lattine di vari colori.
Ogni colore corrisponde ad un particolare bonus. Es. quella rossa ci fa indossare dei super guanti con il potere di sfondare le porte chiuse, quella gialla ci fornisce di un caschetto che ci permette di volare molto più in alto, quella blu ci fornisce dei guanti a molla che ci permettono di aggrapparci ad oggetti molto in alto o colpire con pugni a raffica i nostri nemici e via dicendo.
La classica modalità di sferrare i pugni è rimasta tale e quale ai vecchi episodi, quindi più tengo premuto, più potenza imprimo al colpo; inoltre ora posso sferrare colpi ad effetto che tendono a fare dei semicerchi verso sinistra o destra. Questa funzione è utile per colpire i nemici che si nascondono dietro a massi, colonne o simili. Inoltre posso colpire un nemico mentre schivo il colpo che mi ha sferrato. Per ogni colpo andato a segno vedo apparire scritte in stile fumetto tipo "sblam" o sento un rantolo che conferma che sono andato a segno. Se poi la mia performance mi ha permesso di sbaragliare tanti nemici con pochi colpi, appare un messaggio di "excelent", praticamente sei Rambo. I movimenti di Rayman sono molto curati, infatti posso correre, aggrapparmi, usare i capelli come elicottero, rotolare, afferrare e trasportare oggetti, dare calci e pugni, in praticata tutto ciò che mi viene in mente mentre gioco.

I nemici di turno sono abbastanza semplici da sconfiggere, nota positiva che i vari mostri di fine livello o i vari boss all'interno del livello, sembrano in un primo momento imbattibili, ma una volta scoperto il punto debole, il gioco è fatto. Questo modo di affrontare il combattimento permette al giocatore di non dovere sempre sparare e basta, ma di fermarsi un'attimo a riflettere su come abbattere il nemico, rendendo il tutto molto più accattivante e facendoci godere la nostra vittoria.

La qualità che ha Rayman è il fatto di non essere mai noioso. Ogni livello ha il suo stile, dal deserto, alla pianura, alla palude, alle grotte, ecc. Durante il gioco trovo meccanismi da attivare, oggetti da recuperare, strade da scoprire, che sono una continua sfida per chi gioca. I mostri di fine livello hanno una loro strategia ben precisa e non sempre riesci a fregarli al primo scontro. E poi trovi qui e la battute e intermezzi che sono veramente esilaranti, tipo l'essere rimpiccioliti all'interno di una vostra scarpa e dover inseguire l'altra come se vi trovaste su un'autoscontro al lunapark, con relativo effetto turbo, veramente spassoso. Penso che sia uno dei pochi giochi di questo genere che non avrei difficoltà a rigiocare dopo averlo finito, giusto per vedere che cosa cambia o che particolari noto rigiocando.

Dal punto di vista tecnico non ho notato nessun difetto, o meglio c'è il solito problema della gestione della telecamera, ma trovatemi in questo momento un gioco che non ne soffre e poi come sempre potete gestirla voi come più vi piace, quindi ve ne dimenticherete in fretta.
Inoltre è possibile selezionare la modalità 60Hz interlacciato o 60Hz progressivo, opzione non molto comune e al momento sfruttata da pochi televisori.
Le varie fasi di caricamento sono state abilmente camuffate, infatti non vedo più la solita barra progressiva con la scritta "Caricamento in corso", ma vedo Rayman che da solo passa attraverso porte, salta su piattaforme, ecc. fino ad arrivare al punto dove inizia il livello successivo. Mentre io guardo, la console carica in memoria i dati ed ecco che non noto mai uno stacco.

Non mi sbaglio affermando che ci troviamo di fronte ad un gioco che non potete perdervi assolutamente, per la concorrenza si presentano tempi duri: ora hanno un punto di riferimento non tanto semplice da battere ed in questa sfida a guadagnarci saremo noi giocatori.
Come voto globale darei un bel 9, mi tengo da parte il 10 in attesa di Rayman 4.

Ciao a tutti e buon divertimento.

Fabio Trenti
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Fabio Trenti
Fabio Trenti. Attualmente pone disservizio presso Expert System come Network Administrator e Gestioni sistemi; ha provveduto per 4 anni alla assistenza tecnica ufficiale per IBM, Apple e non solo. Sempre in attesa di diventare miliardario, continuerò a lottare contro questa scienza informatica basata su dati certi come 1 e 0 che danno risultati casuali o presunti certi.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 187 millisecondi