KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Influenze telematiche

3 min read

 
Per molti di noi i virus sono un male di stagione che non possiamo evitare per quanto ci sforziamo di farlo. Essi ci attaccano quando meno ce lo aspettiamo e riescono a penetrare le nostre barriere difensive con scaltrezza e audacia. Spesso utilizziamo gli antibiotici per combattere i loro effetti e speriamo che la cosa si risolva in fretta e senza strascichi, come di solito accade.
Per i nostri computer la cosa funziona più o meno alla stessa maniera, un virus riesce a penetrare le nostre mura difensive i cosiddetti firewall e annidarsi tra i circuiti dell’apparecchio pronto ad infettarne le “cellule”; debellarli non è sempre semplice ma alcuni strumenti conosciuti come “antivirus” possono aiutarci a combatterli come degli antibiotici virtuali.
 
 
Come accade per gli esseri umani anche per il computer esistono molte varietà di virus e purtroppo per noi esistono terroristi biologici chiamati hacker che trovano piacere nello sviluppare e sperimentare nuove armi di distruzione di massa informatiche capaci di mandare in tilt ogni tipo di sistema. Fortunatamente per noi come dei moderni globuli bianchi del nostro sistema immunitario esistono poi degli hacker difensori, che si divertono, al contrario, a sviluppare sistemi di difesa sempre più all’avanguardia ed aggiornati e, cosa ancora più utile, a rilasciarli gratuitamente, come una sorta di servizio della mutua combattendo allo stesso tempo la concorrenza dei medici privati che ci chiedono invece, centinaia di euro, per le stesse prestazioni.
 
Come batteri, virus e parassiti anche i computer hanno molte categorie di nemici, in particolare virus, worm e trojan.
Un virus è una parte di codice che si annida tra i nostri programmi e si diffonde in maniera virale da un computer all’altro danneggiando file, software e hardisk fino a provocare danni serissimi e a volte letali (come ad esempio la fusione della CPU mediante overclocking). Un worm è ancora più virulento perché infetta automaticamente i nostri contatti e si riproduce in maniera estremamente veloce senza che a volte nemmeno ce ne possiamo rendere conto. Un Trojan, infine, è un moderno cavallo di Troia, all’apparenza sembra un software utile come tanti altri ma in realtà compromette la sicurezza del sistema. Si diffonde solitamente tramite posta elettronica e distrugge tutte le protezioni del nostro computer.
Questi strumenti di attacco ai danni del computer sono definiti in senso generale malware dalla contrazione delle due parole inglesi malicious  software (programma malvagio o codice maligno). Come abbiamo già detto per combattere un malware c’è bisogno di una potente medicina, eccovi allora elencati alcuni antivirus gratuitamente reperibili in rete e dalle buone prestazioni (per sistema operativo windows) che potrete quindi cominciare ad adoperare per la protezione dei vostri apparecchi:
Avast Home 4.0; AVG Anti-Malware (che in più permette la creazione di un Rescue Disk, cioè un floppy disk di emergenza per ripristinare le funzionalità del sistema in caso di infezione); ClamWin Comodo Internet Security (ottimo soprattutto per il firewall) Spyware Terminator e per concludere A-squared Free 4.0. Insomma c’è una medicina per ogni gusto, pillola, bustina o sciroppo, non vi resta che scegliere il vostro medico di fiducia e cominciare a combattere senza aspettare i primi sintomi!

Commenta

Nel caso ti siano sfuggiti

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.