KULT Underground

una della più "antiche" e-zine italiane – attiva dal 1994

Un motivetto allegro

1 min read

Un motivetto allegro

(a qualcuno)

Fischio

un motivetto allegro

per non pensare

a nulla,

ma la tua voce

rincorre

i corridoi miei

nella mia mente.

Fischio.

Non ho parole

per dirti il cuore mio

che batte,

che suono fa

e a quale ritmo

ricama,

con gli occhi tuoi,

ghirlande.

Dio,

ogni parola

è un sasso

che infrange

l’instabile

specchio

in cui ti vedo

e tremo anch’io con lui

ad ogni lancio;

Corro

e resto ferma

ma il mio respiro

non mi sta dietro,

in agonia

senza ragione

colora le mie gote

e cerca

di carpire

da questa fresca sera

l’odore tuo

il tuo calore,

ma resta ebbro

solo del vino

e della vita.

Gioia vorrei gridare

oppur dolore

ma tutto

così sottile

così impalpabile

mi gira intorno,

che io

come una statua

a ripensare

al mondo

gioco.

Senza di te.

Fischio

un motivetto allegro

per non pensare

al cielo

che si chiude sopra

me

come un portone,

ed il paradiso

o il fosco inferno

porta distante

dalla mia vista.

Fischio

in questa notte greca

perchè

il mirto che mi

scivola tra le dita

è un segno;

oppure no,

ma in fondo

cosa importa.

La luce è breve,

lunga la strada

da fare ciechi,

ed ogni istante al sole

è un canto semplice

e toccante

senza gioielli e dote

ma da gustare

tutto

istante per istante.
Samantha

Altri articoli correlati

7 min read
6 min read
1 min read

Commenta

Il materiale presente, se originale e salvo diverse indicazioni, è rilasciato come CC BY 4.0 | Newsphere by AF themes.